Sei in: Home > Iscriversi > Il Corso si presenta > Presentazione del Corso

Presentazione del Corso 

Perché studiare Ingegneria Chimica…
…a Bologna
La Laurea Magistrale
Periodi di studio all’estero
Tirocini e tesi in azienda
Dopo la laurea
Per iscriversi....
... e per saperne di più?

Perché studiare Ingegneria Chimica...

La Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica e di Processo, attraverso una formazione aperta ed interdisciplinare, apre le porte ad un ampio insieme di opportunità professionali in vari settori industriali: oltre all’industria chimica e petrolchimica, l’industria petrolifera, energetica, alimentare e biotecnologica, dei materiali, e farmaceutica.

L’Ingegneria Chimica, attraverso un percorso di formazione qualificato, fortemente internazionalizzato e interfacciato alla realtà industriale, offre le chiavi di per conseguire un’eccellenza professionale in Italia o all’estero nei settori della progettazione, della gestione operativa, del controllo, della sicurezza e della tutela ambientale di impianti, sistemi e servizi.

La laurea magistrale apre prospettive ed opportunità professionali anche nella ricerca e sviluppo industriale, in particolare in relazione ai processi innovativi, ai materiali, all’ambiente ed alla sicurezza.

...a Bologna

Il Corso di Studio in Ingegneria Chimica dell’Università di Bologna offre un percorso completo e qualificato di formazione, anche attraverso opportunità di studio all’estero, possibilità di tirocini e tesi in aziende italiane ed estere, forte interrelazione con le attività di ricerca dei docenti, iniziative di “placement” e professionalizzazione post-laurea

L’Università di Bologna, la più antica Università europea, è oggi una delle più importanti e più autorevoli Università italiane, con un’importante reputazione a livello internazionale.

La città di Bologna è una tra le più vivaci ed ospitali in Italia per gli studenti universitari.

Guarda il video di presentazione della nostra Università: [Bologna: un'Università da vivere]

La Laurea Magistrale

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica e di Processo studio consente di completare la formazione iniziata con la laurea triennale, acquisendo gli elementi specialistici necessari ad operare con efficacia e successo nei campi della progettazione, della gestione operativa del controllo, della sicurezza degli impianti di processo. La formazione in questa fase è orientata ad acquisire conoscenze professionalizzanti relative all’impiantistica, alle biotecnologie, ai materiali, agli aspetti ambientali e di sicurezza. La formazione è caratterizzata inoltre da una forte componente interdisciplinare e da un continuo aggiornamento dei contenuti dei corsi, realizzato anche attraverso un forte collegamento con le eccellenze nella ricerca presenti tra i docenti.

Il corso di laurea magistrale è articolato in tre curricula:

  • il curriculum “ingegneria di processo” ha l’obiettivo di formare figure tecniche specializzate ad operare nei settori dell’impiantistica e nella progettazione, in grado assumere responsabilità nella conduzione e nella progettazione di impianti di processo sostenibili e sicuri
  • il curriculum “ingegneria alimentare” ha l’obiettivo di formate figure tecniche specializzate ad operare nei settori dell’impiantistica e dei processi dell’industria alimentare e biotecnologica, fortemente radicata a livello regionale
  • il curriculum “sustainabile technologies and biotechnologies for energy and materials” (STEM), erogato in lingua inglese, ha l’obiettivo di formare figure professionali con una forte vocazione ad operare nel contesto internazionale più vasto che caratterizza alcuni settori dell’industria petrolifera, chimica, biotecnologica e dei materiali. Nel curriculum possono essere scelte due opzioni per il secondo anno: a Bologna su biotecnologie e materiali avanzati, a Ravenna su ingegneria off-shore e tecnologie oil&gas.

Il corso mantiene un saldo rapporto sia con realtà accademiche ed istituti di ricerca esteri, attraverso intensi scambi di studenti e docenti, sia con realtà industriali internazionali, nazionali e territoriali, nell’ambito delle quali è possibile svolgere tirocini formativi anche abbinati alla tesi di laurea.

Nell’ambito del curriculum internazionale è possibile ottenere un doppio titolo, conseguendo anche il “Master of Science in Chemical Engineering” da parte della Columbia University di New York.

 Per saperne di più:
- Piani didattici laurea magistrale

Periodi di studio all'estero

Il Corso di Studio ha attivato numerosi scambi Erasmus ed i docenti hanno numerosi rapporti internazionali, per cui è possibile spendere periodi importanti (6-12 mesi) di studio all’estero, o svolgere all’estero la tesi di laurea magistrale.

Attualmente più del 25% dei laureati magistrali in ingegneria chimica a Bologna ha speso un periodo di formazione all’estero.

La laurea magistrale curriculum internazionale potrà portare all’acquisizione di “doppi titoli” nell’ambito dei quali è possibile spendere un intero anno all’estero del periodo di formazione presso università estere.

Per saperne di più:
- Preparazione di una tesi o di un periodo di studio all'estero

Tirocini e tesi in Azienda

Sono disponibili numerose opportunità di tirocinio e tesi in importanti aziende del settore (ad esempio BASF, Lyondellbasell, Saipem, Eni, etc..) in Italia ed all’estero, dedicati agli studenti della laurea magistrale. Attualmente più del 50% dei laureati in Ingegneria Chimica a Bologna ha svolto un tirocinio o la tesi di laurea magistrale in azienda.

Sono attualmente in fase di progettazione accordi di “Alto Apprendistato” in collaborazione con aziende del settore alimentare.

Per saperne di più:
- Esempi di Tesi svolte in Azienda

Dopo la laurea - Prospettive Occupazionali

La laurea magistrale forma figure professionali capaci di operare con successo nella realtà fortemente internazionalizzata dei settori industriali di riferimento, che, oltre all’industria chimica e petrolchimica, comprendono l’industria petrolifera, energetica, alimentare e biotecnologica, dei materiali, e farmaceutica.

Laureati in ingegneria chimica operano in aziende quali Eni, Saipem, Erg, Shell, ENEL, BASF, Lyondellbasell, Solvay, Procter and Gamble, Novartis, Biochemtex e moltissime altre.

I laureati in Ingegneria Chimica hanno una elevata capacità di innovazione e le competenze per operare con successo nei settori della progettazione, della gestione operativa, del controllo, della sicurezza e della tutela ambientale di impianti, sistemi e servizi industriali.

Sono poi aperte ai laureati possibilità di lavoro nella ricerca e sviluppo industriale, in particolare in relazione ai processi innovativi, ai materiali, all’ambiente ed alla sicurezza.

Le prospettive occupazionali in generale sono molto buone, almeno nell’attuale situazione del mercato del lavoro (Dati Almalaurea 2013: il tasso di occupazione ad un anno dei Laureati Magistrali in Ingegneria Chimica e di Processo a Bologna è pari al 96.2%, contro un dato medio per i laureati in ingegneria chimica pari all'87.3% e per tutti i laureati in ingegneria pari all'84.2%). Gli stipendi medi a tre e cinque anni dalla laurea sono più elevati rispetto alla media dei laureati ed in generale tra i più alti tra quelli dei laureati in ingegneria.

Sul sito di Almalaurea sono disponibili altri dati sull'occupazione e sul mondo del lavoro

E’ possibile inoltre proseguire la formazione verso figure professionali di alta specializzazione e con un profilo marcatamente internazionale. In questo contesto l’Università di Bologna offre:

  • il dottorato di ricerca, rivolto ai laureati interessati ad acquisire competenze specifiche nella ricerca e sviluppo sia in ambito accademico che industriale. Per saperne di più...
  • i master professionalizzanti di secondo livello, attivati in collaborazione con Eni, per formare figure professionali specialistiche per l’Oil&Gas. Per saperne di più...

Per iscriversi...

Per iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica e di Processo è necessario possedere tre tipologie di requisiti:

  • requisiti curriculari (in relazione agli insegnamenti superati nella laurea triennale di provenienza)
  • requisiti relativi alla personale preparazione (voto minimo di laurea, solo per chi non ha una laurea triennale in ingegneria chimica)
  • requisiti relativi alla conoscenza della lingua inglese

Per saperne di più sequi questo link.

In caso di dubbi in relazione al possesso dei requisiti di ammissione, è possibile ottenere una valutazione informale inviando la richiesta, corredata del curriculum degli studi triennali (elenco degli esami presenti nel piano di studi completo del relativo numero di crediti e dell’indicazione del settore scientifico discliplinare o SSD) a: dicam.infocds@unibo.it

... e per saperne di più?

- Leggi!

- Chiedi!

© Copyright 2018 - ALMA MATER STUDIORUM - Università di Bologna  -  Via Zamboni, 33 - 40126 Bologna - Partita IVA: 01131710376