Vai alla Homepage del Campus di Rimini Laurea in Educatore sociale e culturale

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE PEDAGOGICHE E METODOLOGICO-DIDATTICHE"
Il laureato:
- conosce e comprende i principali aspetti pedagogici, metodologico-didattici relativi ai contesti di aiuto e di supporto socio-educativo;
- conosce in modo approfondito gli aspetti pedagogici della comunicazione, del lavoro cooperativo, della relazione educativa con gli utenti, contestualizzati nella costruzione
storica e negli aspetti applicativi dell'educazione;
- conosce i processi di produzione distribuzione e consumo dei principali prodotti culturali, anche nella versione mass-mediologica.

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE FILOSOFICHE, PSICOLOGICHE, SOCIOLOGICHE E ANTROPOLOGICHE"
Il laureato:
- conosce e comprende i principali aspetti psicologici, sociologici e antropologici relativi al campo di studio dell'educazione;
- conosce in modo approfondito gli aspetti psicologici e sociali riguardanti le situazioni di normalità, disagio e marginalità;
- possiede una buona conoscenza dei processi di sviluppo dell'individuo e delle sue determinanti sociali;
- possiede buone conoscenze dei contesti sociali, culturali e territoriali;
- conosce il dibattito contemporaneo sulle sfide filosofiche dell'educazione e dell'aiuto sociale;
- conosce e comprende i principali aspetti relativi alla psicologia dei gruppi.

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE STORICHE, GEOGRAFICHE, ECONOMICHE E GIURIDICHE"
Il laureato:
- conosce e comprende i principali aspetti storici e giuridici attinenti al campo di studio dell'educazione;
- conosce in maniera approfondita gli aspetti storici riguardanti lo stato sociale e il diritto nell'ambito dei servizi sociali;
- conosce le principali coordinate per analizzare i contesti sociali e territoriali;
- conosce la normativa relativa alle competenze in campo sociale e culturale dei principali soggetti pubblici e privati.

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE DIDATTICHE E PER L'INTEGRAZIONE DEI DISABILI"
Il laureato:
- conosce e comprende i principali aspetti pedagogici e didattici relativi all'integrazione dei disabili e degli individui socialmente marginali;
- possiede una buona conoscenza dei processi dello sviluppo atipico dell'individuo;
- conosce e comprende le principali coordinate per analizzare i contesti sociali e territoriali relativi al campo della marginalità sociale.
- conosce i principi psicopedagogici e sociali, oltre che le politiche dei processi di inclusione sociale.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE PEDAGOGICHE E METODOLOGICO-DIDATTICHE"
Il laureato:
- padroneggia i saperi relativi alle scienze dell'educazione nell'ideazione, progettazione e valutazione di interventi e progetti educativi;
- è in grado di applicare tecniche per la valutazione di interventi e progetti educativi;
- è in grado di rilevare e documentare situazioni di disagio;
- è in grado di lavorare in gruppo in modo efficace e propositivo, nella consapevolezza del proprio e dell'altrui ruolo;
- sa applicare tecniche di educazione e mediazione interculturale;
- sa utilizzare tecniche di animazione collegate al teatro, al gioco, al canto e all'espressione corporea.

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE FILOSOFICHE, PSICOLOGICHE, SOCIOLOGICHE E ANTROPOLOGICHE"
Il laureato:
- è in grado di utilizzare conoscenze e metodologie specifiche delle scienze filosofiche, psicologiche, sociologiche e antropologiche riguardanti la progettazione e valutazione di interventi e progetti educativi;
- è in grado di contestualizzare socialmente e culturalmente situazioni di disagio e marginalità;
- sa applicare l'analisi di situazioni problematiche sia a livello individuale sia a livello sociale;
- sa condurre incontri di gruppo e gestire i conflitti della dinamica intragruppo.

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE STORICHE, GEOGRAFICHE, ECONOMICHE E GIURIDICHE"
Il laureato:
- è in grado di progettare interventi di educazione culturale e ambientale e di valutarne i risultati in una contestualizzazione di tipo storico;
- conosce la normativa relativa ai servizi alla persona, la loro organizzazione e struttura ed è in grado di orientarsi al loro interno.

AREA DI APPRENDIMENTO RELATIVA ALLE "DISCIPLINE DIDATTICHE E PER L'INTEGRAZIONE DEI DISABILI"
Il laureato:
- è in grado di rilevare e documentare situazioni di disagio, handicap e marginalità sociale;
- è in grado di utilizzare conoscenze e metodologie specifiche nell'ideazione, progettazione e valutazione di interventi e progetti educativi relativi all'area della riduzione
dell'handicap e della marginalità;
- è in grado di progettare interventi educativi speciali per persone con disabilità e in stato di marginalità;
- è in grado di progettare interventi di inclusione lavorativa e sociale di persone con disabilità o in situazioni problematiche.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- sa raccogliere, interpretare e riflettere sui dati relativi al proprio campo di studio, dimostrando capacità critico-scientifica e autocritica;
- sa realizzare in autonomia ricerche di materiale e documentazione funzionali alla conoscenza di un contesto culturale.

L'autonomia di giudizio viene sviluppata in particolare nell'ambito degli insegnamenti di base che forniscono fondazioni epistemologiche e metodologie applicative differenziate nonché nella partecipazione a laboratori ispirati a differenti impostazioni professionali. La prova finale e le relazioni sull'attività di tirocinio svolta consentono di verificare il raggiungimento da parte dello studente di autonome competenze professionali fondate criticamente.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- conosce i principi di una comunicazione efficace e li sa utilizzare nei contesti di piccolo e grande gruppo;
- è in grado di comprendere e guidare dinamiche relazionali, conducendo colloqui individuali e di gruppo;
- conosce almeno una lingua europea oltre all'italiano a livello B1. Potranno essere previste sia l’acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici.
- sa presentare informazioni, idee, problemi e soluzioni a diversi destinatari, specialisti e non.

L'acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate è prevista in forma diversa all'interno delle attività formativa: preparazione di relazioni scritte in lingua italiana e straniera, esposizione orale delle stesse, redazione e discussione della prova finale, documentazione multimediale delle attività di tirocinio e laboratorio. La verifica di tali abilità avviene puntualmente attraverso l'analisi delle tipologie di prestazione indicate.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- ha abilità necessarie per intraprendere studi successivi con alto grado di autonomia, per integrarsi nel mondo del lavoro in continua evoluzione e far parte attiva della società;
- è in grado di integrare i propri saperi e di ricollocarli in funzione della modificazione del contesto, dell'evoluzione delle normative e delle linee guida nazionali e internazionali.

Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso e verificate nelle sue singole articolazioni con riguardo particolare alla promozione di competenze di studio e ricerca con uso di strumentazioni convenzionali e connesse con le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione, alla capacità di studio individuale e in contesti di gruppo, all'autonomia nella gestione del proprio percorso formativo in funzione di scadenze programmate.