Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea in Ingegneria informatica

Prospettive

Se devi iscriverti fai riferimento al codice 9254.
Se sei già iscritto puoi verificare il codice del tuo corso su Studenti Online.

9254 - Ingegneria informatica

Profili professionali

Ingegnere Informatico Junior


FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L'ingegnere Informatico Junior collabora, con spazi di autonomia, alla progettazione di applicazioni di Information Technology, ed è in grado di curarne sviluppo, collaudo, installazione, mantenimento e amministrazione. A seconda del contesto di lavoro si possono individuare le tre seguenti aree principali di funzioni professionali.
Addetto alla progettazione e realizzazione di applicazioni software
Svolge indagini e sviluppa metodi per la soluzione di problemi di media complessità, promuove l'uso di moderni linguaggi di programmazione e strumenti di modellazione orientati allo sviluppo di applicazioni, perfeziona tecniche operative curandone i risvolti connessi ad una concreta applicazione. Realizza, collauda e provvede alla manutenzione di basi di dati e sistemi informativi distribuiti in accordo a predefinite specifiche funzionali e linee guida progettuali. I compiti che tipicamente contraddistinguono tale figura professionale sono:
- Analista sistemista;
- Analista di procedure informatiche;
- Analista programmatore di sistemi informativi;
- Progettista di infrastrutture Web;
- Sviluppatore software.
Addetto alla progettazione hardware di infrastrutture computazionali
Applica le conoscenze sulla organizzazione dei moderni calcolatori elettronici dal punto di vista funzionale, strutturale e tecnologico per la progettazione sia di piattaforme computazionali general-purpose, sia di sistemi embedded rispondenti a specifiche esigenze applicative. I compiti che tipicamente contraddistinguono tale figura professionale sono:
- Progettista di architetture e reti;
- Specialista di interfacce e protocolli di comunicazione;
- Progettista di sistemi embedded;
- Specialista di componenti e sistemi elettronici programmabili ad elevato livello di integrazione.
Addetto all'amministrazione di sistemi e reti informatiche
Contribuisce a tutte le fasi connesse alla realizzazione e gestione di complesse infrastrutture di elaborazione e comunicazione, quali la pianificazione delle risorse necessarie, l'installazione, la configurazione e la manutenzione di apparati, la personalizzazione di applicazioni WEB, la predisposizione di adeguate misure di sicurezza, il monitoraggio delle prestazioni, della disponibilità e della qualità dei servizi.
I compiti che tipicamente contraddistinguono tale figura professionale sono:
- Amministratore di sistema;
- Amministratore di rete;
- Specialista in sicurezza informatica delle reti;
- Web master.
Per acquisire ulteriore autonomia e maggiori livelli di responsabilità nello svolgimento di alcune delle attività e funzioni elencate, anche a causa dell'amplissimo spettro di tematiche e tecnologie dell'area informatica, e della rapidità dell'evoluzione, può essere necessario affinare o acquisire ulteriori competenze mediante successivi percorsi di formazione/tirocini/corsi professionalizzanti post-lauream. La solidità della preparazione di base impartita fornisce comunque le basi necessarie alla prosecuzione verso qualunque percorso di specializzazione successivo.
COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito tecnico-ingegneristico.
Nello specifico, le principali competenze associate a questa figura professionale sono le seguenti:
- struttura hardware e software di base dei sistemi di elaborazione dati;
- linguaggi di programmazione, sia generali, di basso e alto livello, sia specializzati in aree applicative (ad esempio, basi di dati, web, ecc.);
- tecnologie di rete;
- tecnologie web;
- principi e metodi dell'ingegneria del software;
- competenze a largo spettro dell'ingegneria dell'informazione, quali elettronica, automazione, telecomunicazioni;
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo;
- competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati).
SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Iscrizione all'Albo degli Ingegneri, sezione B, settore C, previo Esame di Stato.
Il complesso delle attività formative dota l'ingegnere informatico di specifiche capacità che gli consentono di inserirsi prontamente in ambiti lavorativi anche molto differenziati, operando in qualità di sistemista e/o progettista hardware e software in ogni contesto applicativo in cui le tecnologie informatiche rivestono un ruolo di rilievo. Gli Ingegneri Informatici Junior possono svolgere la loro attività in ogni ambito della moderna società tecnologica, ed in particolare nelle imprese manifatturiere o di servizi, nelle aziende operanti nel settore della automazione industriale, nelle industrie di processo, nelle pubbliche amministrazioni, negli enti di formazione, e nella libera professione, favorendo con le loro competenze quel processo di innovazione e sviluppo in atto in ogni organizzazione che si trovi di fronte all'esigenza di attuare un piano di ristrutturazione fondato anche sull'integrazione di avanzate tecnologie informatiche.
Più specificamente, le professionalità degli ingegneri informatici junior sono funzionali ai seguenti sbocchi occupazionali principali:
- industrie produttrici e/o utilizzatrici di componenti e sistemi informatici;
- imprese e centri di servizio operanti nel settore dei sistemi informativi;
- imprese fornitrici di strutture e servizi per sistemi e reti informatiche;
- imprese fornitrici di servizi di Internet computing e infrastrutture Web;
- società di ingegneria del software;
- aziende operanti nel comparto dell'automazione industriale e della robotica;
- industrie di processo dei comparti meccanico, elettrico, elettromeccanico, energetico, chimico;
- laboratori industriali di ricerca e sviluppo;
- strutture tecniche della pubblica amministrazione che si avvalgono di infrastrutture informatiche per la gestione dei servizi sia interni che rivolti all'utenza;
- enti di formazione;
- centri di ricerca.

Proseguire gli studi

Dà Accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.