Vai alla Homepage del Campus di Forlì Laurea in Mediazione linguistica interculturale

FAQ - iscrizioni

Consulta le domande più frequenti sul corso di laurea in Mediazione Linguistica Interculturale

DOMANDE RICORRENTI RIVOLTE DAI RAGAZZI

Risposta

È una Scuola privata?

No, Il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione con sede di Forlì fa parte dell’Università degli Studi di Bologna, perciò è una struttura pubblica.

Dove si trova? Il corso di laurea in Mediazione Linguistica Interculturale ha sede a Forlì, in Corso della Repubblica 136. Le lezioni si tengono presso il Teaching Hub, Viale Corridoni 20, e presso il DIT.Lab (Via Giacomo Della Torre 1).
Quali lingue si possono studiare? Cinese, francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco, a curriculum completo.Cinese e russo sono solo seconda lingua.A queste 6 lingue si aggiungono le terze lingue.
Quali sono le terze lingue? Arabo, bulgaro, giapponese, inglese, portoghese, slovacco.

Posso studiare fiammingo/catalano/ungherese…?

NO, nella sede di Forlì le lingue di studio sono quelle elencate in precedenza.

Posso studiare francese/russo/spagnolo/tedesco come terza lingua?

No, le lingue curriculari NON possono sostituire una delle terze lingue elencate sopra. Si possono studiare come quarta, quinta, ... lingua, sempre che l’orario delle lezioni lo consenta (rischio di sovrapposizione dell'orario delle lezioni allo stesso orario).

Cosa succede dopo la laurea triennale?

Secondo l’indagine AlmaLaurea del 2021, condotta sui 170 laureati dell’anno 2020, il 90,3% si laurea in corso e il 96,5 % si dichiara complessivamente soddisfatto del corso di studio. In aggiunta, a un anno dal conseguimento del titolo l'83,5% risulta iscritto a una laurea magistrale. Fra coloro che scelgono di entrare nel mondo del lavoro, il 70,6% degli intervistati dichiara di ritenere la laurea efficace rispetto alla professione svolta.

Per chi desidera continuare a formarsi in una laurea magistrale, il nostro Dipartimento offre due corsi di laurea: una magistrale in Specialized Translation e una magistrale in Interpretazione.

 

Che lavoro posso svolgere con la laurea triennale?

Mediatore linguistico-culturale, interprete dialogico, traduttore non specializzato, esperto linguistico a supporto di ufficio di direzione, ufficio commerciale estero, docente di corsi di lingua/business language in azienda, redattore di testi in lingua straniera.

La maggioranza dei laureati che entra nel mondo del lavoro intraprende la carriera free lance collaborando con agenzie di traduzione, enti/imprese/associazioni che necessitano di servizi linguistici, agenzie/società di organizzazione eventi, oppure come dipendente in aziende di servizi o produzione.

Posso insegnare con la laurea triennale?

NO - Con le regole attualmente in vigore a livello ministeriale non è possibile intraprendere la carriera della docenza a scuola (neanche nella scuola elementare) con la sola laurea triennale, occorre una laurea magistrale.

Come è fatto il test di ammissione?

Il test di ammissione si compone di due parti: TOLC-SU e prova di lingua straniera. Il bando di ammissione esce ogni anno a fine giugno ed è pubblicato sul sito web.

Quando si svolge il test di ammissione?

La prova TOLC-SU si svolge secondo il calendario messo a disposizione del CISIA https://tolc.cisiaonline.it/calendario.php?tolc=umanistica 

La prova di lingua straniera si svolge nella prima settimana di settembre.

Come ci si iscrive al test di ammissione?

Occorre iscriversi sia a una sessione TOLC-SU sia alla prova di lingua straniera, rispettando per entrambe le scadenze previste dal bando.

Quanti sono i candidati che tentano il test?

Il numero di candidati al test di ammissione oscilla fra 500 e 800.

Quanti candidati entrano per ciascuna lingua?

In totale vengono ammessi 182 candidati: 90 con l’inglese, 29 rispettivamente con francese e spagnolo e 28 con tedesco. 2 posti sono riservati agli studenti cinesi aderenti al progetto Marco Polo, 2 a candidati con cittadinanza non-UE e 2 a candidati aderenti a progetti internazionali speciali.

In quale lingua conviene tentare il test?

La risposta a questa domanda è personale. A parità di competenze e conoscenze possedute in due o più lingue, si consiglia di scegliere la lingua che si ama di più.

Posso sostenere il test in due lingue?

NO. E' necessario scegliere una sola lingua straniera. 

Come posso esercitarmi per il test? Esistono libri ad hoc?

Esistono in commercio degli Alphatest consigliati per mediazione linguistica, ma sono piuttosto generici e poco utili per Mediazione Linguistica Interculturale di Forlì. Si consiglia di:

1) leggere tantissimo in lingua, qualunque genere testuale;

2) ascoltare regolarmente TG in italiano e in lingua, per essere sempre aggiornati sui principali avvenimenti socio-politici dei paesi in cui si parla la lingua di interesse;

3) per francese/spagnolo/tedesco, provare a svolgere i test degli anni passati caricati sul sito del corso di studio.

Ho preso 100 alla maturità. Viene conteggiato ai fini del test?

No, il voto di maturità non incide in alcun modo sull’esito del test.

Le certificazioni linguistiche vengono prese in considerazione?

No, né ai fini dell’ammissione (si entra unicamente superando il test di ammissione), né ai fini della carriera successiva (non si possono chiedere riduzioni di esami o parti di esame in virtù del possesso di una certificazione linguistica).

Si può andare all’estero nel corso degli studi?

Certamente, anzi è molto caldamente consigliato. Oltre il 70% dei nostri studenti va all’estero nel corso del triennio per almeno tre mesi, usufruendo del programma Erasmus+ (scambi con altre università europee). Con il programma Erasmus lo studente frequenta alcuni corsi presso l’Università straniera e sostiene i relativi esami, i cui voti verranno poi convalidati e convertiti in 30imi al suo rientro a Forlì. Oltre al programma Erasmus sono previsti anche altri programmi di scambio con università di Stati Uniti, Canada, America Latina, Asia, Cina, Australia, Giappone, Russia, Giordania. 

Che cosa si studia durante il triennio?

La prima e la seconda lingua in maniera approfondita per tre anni, la terza lingua a livello base/intermedio. A questo nucleo di tre lingue straniere si affiancano esami di lingua e linguistica italiana, letteratura italiana, esami degli ambiti affini, un tirocinio di 100 ore e 2 esami opzionali.

NB: Per l’elenco esaustivo si rinvia alla brochure.

A che livello si studiano le tre lingue?

La prima e la seconda lingua vengono studiate esattamente alla pari in termini di ore, quantità di crediti erogati e mole di studio richiesto, per portare le competenze dei laureati a livello C1.

La terza lingua, anche in ragione della distanza di alcune terze lingue rispetto alla nostra, viene appresa a livello A2/B1 circa.

Il tirocinio va svolto per forza a Forlì?

No, decine di convenzioni sono attivate con aziende/enti/associazioni in tutta Italia, perciò è possibile per lo studente svolgere il tirocinio curriculare anche nella propria città, lontano da Forlì.

Che lauree magistrali offre dopo la triennale?

Una laurea magistrale in Interpretazione (2 lingue a scelta tra francese, inglese, spagnolo, russo e tedesco) e una laurea magistrale internazionale in Specialized Translation (con inglese obbligatorio per tutti e un'altra lingua a scelta fra cinese, francese, spagnolo, russo e tedesco). La laurea in Specialized Translation offre due curricula: uno in Specialized Translation (focalizzato sulla traduzione e revisione) e uno in Translation and Technology (focalizzato sulle tecnologie applicate ai processi traduttivi).

Io vorrei fare l’interprete di conferenza con il giapponese/arabo. È possibil

Per ora, alle nostre lauree magistrali si studiano solo francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco, e cinese alla laurea magistrale in Specialized Translation. Lingue come arabo e giapponese non sono previste come lingue di studio specifiche per le nostre lauree magistrali.

Che cosa posso fare se non supero il test di ammissione?

Ci si può iscrivere presso un altro corso di laurea e tentare poi il test l’anno successivo, oppure andare un anno all’estero per approfondire le conoscenze linguistiche e tentare poi il test l’anno successivo. Si tratta comunque di una scelta personale.

Posso iscrivermi presso un altro corso di laurea e poi trasferirmi a Forlì?

Sì, purché sia stato sostenuto e superato il test di ammissione. NON è possibile accedere per semplice trasferimento da un altro corso di laurea.

Se mi iscrivo in un altro corso di laurea e poi mi trasferisco a Mediazione Linguistica interculturale, posso farmi convalidare gli esami sostenuti altrove?

Sì. Una volta superato il test di ammissione, si presenta domanda di trasferimento dalla vecchia università all'Università di Bologna (corso di laurea in Mediazione Linguistica Interculturale) e contestualmente domanda di riconoscimento degli esami. Sarà un’apposita Commissione di Docenti  a valutare caso per caso quali e quanti crediti riconoscere. Cfr qui https://corsi.unibo.it/laurea/MediazioneLinguisticaInterculturale/trasferimenti-e-passaggi-di-corso-linee-guida-per-il-riconoscimento-di-crediti-formativi-universitari le linee guida che applichiamo per la convalida dei CFU conseguiti altrove.

Quanto costano le tasse annue?

Circa 2.600 euro in fascia massima. Le tasse si possono versare in un’unica soluzione quando ci si immatricola (beneficiando di un piccolo sconto sui 2.600 euro), oppure in 3 rate (una parte quando ci si immatricola, una parte a fine dicembre e una parte a marzo). E' possibile chiedere di pagare un importo inferiore alla fascia massima, in funzione dell'ISEE famigliare https://www.unibo.it/it/didattica/iscrizioni-trasferimenti-e-laurea/tasse-e-contributi.

Cosa devo fare per chiedere la borsa di studio?

Bisogna rivolgersi all’azienda regionale deputata a questo, ER-GO. Sul sito www.er-go.it sono disponibili tutte le informazioni.

Esistono studentati a Forlì? / Come fare a trovare casa?

Forlì è una città a misura d’uomo, perciò è facile trovare alloggio in case/appartamenti privati, consultando gli annunci delle bacheche.

Posso lavorare durante gli studi?

Il corso di laurea prevede frequenza obbligatoria al 70% per tutti gli insegnamenti (sono esonerati dalla frequenza solo i corsi 'a scelta'); è un corso di laurea triennale non compatibile con un impiego regolare.

Ci sono molte lezioni?

Al termine di questo corso di laurea è obbligatorio continuare con un corso di laurea magistrale?

I corsi si svolgono su due semestri, grossomodo da ottobre a Natale e poi da metà febbraio a metà maggio. In media si è impegnati a lezione per circa 15-18 blocchi settimanali. Ogni blocco di lezione dura 90 minuti. L’orario di ciascuno studente dipende dalla prima, seconda e terza lingua studiate, dai corsi 'a scelta', da eventuali gruppi in cui il corso viene suddiviso (es: class 1, class 2, class 3).

No, questo corso di laurea rilascia un titolo di studio triennale al termine del quale lo studente potrà scegliere se proseguire gli studi o entrare nel mercato del lavoro.