Vai alla Homepage del Campus di Forlì Laurea in Mediazione linguistica interculturale

Obiettivi formativi

Il corso di studi in "Mediazione linguistica interculturale" è finalizzato a fornire adeguata conoscenza dei metodi, dei contenuti culturali e scientifici e delle competenze proprie dell'ambito delle lingue straniere, della mediazione linguistica, dell'interpretazione di trattativa e della traduzione, secondo la normativa nazionale e comunitaria.
Più specificamente i laureati in "Mediazione linguistica interculturale" dovranno avere le seguenti competenze e capacità:
- competenze comunicative, interlinguistiche ed interculturali in italiano ed almeno 3 lingue straniere;
- competenze tecnico-traduttive e di mediazione linguistica orale e scritta;
- conoscenze cultural-letterarie, economico-giuridiche, socio-storiche;
- capacità di utilizzare gli strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
- capacità di operare con autonomia organizzativa e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro. Il percorso formativo proposto comprende:
1) Attività formative in italiano ed in tre lingue straniere (la prima lingua – quella in cui lo studente ha fatto il test di ammissione – la seconda lingua e la terza lingua scelte dallo studente al momento dell'immatricolazione), dedicate allo sviluppo:
- delle conoscenze, competenze, capacità e abilità linguistico-comunicative e alla loro applicazione a livello sia orale che scritto;
- delle relative conoscenze e competenze culturali e interculturali applicate alla comprensione e alla realizzazione di
discorsi orali e di testi scritti;
- delle conoscenze e competenze teorico-metodologiche necessarie per l'inquadramento e l'elaborazione di tutte le precedenti conoscenze, competenze, capacità e abilità, ed anche in particolare delle capacità di apprendimento e dell'autonomia di giudizio.
2) Attività formative in italiano e in due lingue straniere (la prima e la seconda lingua), dedicate:
- allo sviluppo delle conoscenze, competenze, capacità e abilità linguistico-comunicative avanzate e informatiche necessarie per la mediazione interculturale e interlinguistica, e
- alla loro applicazione in particolare alle tecniche della traduzione e dell'interpretazione di trattativa.
3) Attività formative in italiano e in due lingue straniere, dedicate allo sviluppo delle conoscenze e competenze storico-culturali ed economico-giuridiche, letterarie, interculturali e socio-antropologiche, che costituiscono la base dell'indispensabile orizzonte interdisciplinare e sono necessarie tramite la loro applicazione anche per completare l'elaborazione delle capacità di apprendimento e dell'autonomia di giudizio.
4) Attività formative:
- a libera scelta dello studente, che gli consentono la costruzione di un percorso individuale per l'arricchimento e il
completamento del suo orizzonte interdisciplinare;
- di tirocinio curriculare, formativo e di orientamento presso aziende, istituzioni o università italiane o straniere, che permettono di applicare, integrare e sperimentare le conoscenze, competenze, capacità ed abilità già acquisite all'interno di un contesto lavorativo reale.

Per promuovere l'attività di e-learning il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione ha attivato la piattaforma Moodle, che consente lo scambio di testi, materiali didattici ed esercitazioni tra studenti e docenti.Link: http://moodle.sslmit.unibo.it/login/index.phpÈ stata inoltre attivata una convenzione con SDL-TRADOS per offrire agli studenti l'opportunità di ottenere la certificazione TRADOS come utilizzatori di questo diffusissimo CATtool, ideato per contribuire all'aggiornamento della comunità dei traduttori sui più recenti sviluppi tecnologici e sulle procedure ottimali relative alla tecnologia di traduzione,alla gestione della terminologia e ai controlli di qualità automatizzati.