Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea in Fisioterapia Abilitante alla professione sanitaria di fisioterapista

Idoneità di Tirocinio

Esame finale di Tirocinio per il 2° e 3° anno

IDONEITÀ DI TIROCINIO

Come previsto dal regolamento di tirocinio (art.10), approvato dal Consiglio di Corso il 5 ottobre 2009 la Commissione per il tirocinio valuta le competenze professionali (teoriche, gestuali e relazionali) degli studenti tramite una specifica prova di idoneità.

Lo studente sostiene tale prova dopo avere superato tutti i tirocini previsti dal piano formativo dell’anno preso in esame.

Qualora la prova risultasse non idonea, l’esame dovrà essere ripetuto, previo  recupero, che sarà relativo al tipo di competenza carente (per lacune gestuali e relazionali saranno previsti tirocini con obiettivi mirati, per lacune di tipo conoscitivo gli studenti verranno indirizzati verso un’attività di studio specifico), secondo tempi e modalità stabiliti dalla Commissione di tirocinio.

Verranno fissati due appelli a sessione: l’iscrizione dovrà pervenire alla Sede del Corso, (termine ultimo per l’iscrizione: 15 giorni prima della prova).

 

Il superamento di tale prova è necessario per poter accedere agli eventuali tirocini successivi.

 

Modalità di svolgimento della prova di idoneità:

2° anno: Prova pratica simulata

1)     Allo studente viene consegnata la documentazione di un utente che potrà consultare da un minimo di 30 ad un massimo di 60 minuti, durante i quali dovrà:  

  • identificare la diagnosi clinica e quella riabilitativa (fisioterapica) seguendo il modello ICF;
  • effettuare una raccolta dei dati anamnestici di interesse terapeutico-riabilitativo e di natura psicosociale, desunti dalla documentazione esistente, e se possibile dei dati relativi ad attese, desideri, collaborazione, motivazione, risorse personali ed economiche della persona e della famiglia;
  • formulare un’ipotesi di valutazione con l’utilizzo di idonei strumenti di misurazione qualitativa e quantitativa in riferimento a:
    • integrità strutturali e funzionali e loro menomazioni
    • attività e loro limitazioni
    • partecipazione alla vita sociale e sue restrizioni

 

  • identificare i problemi principali;
  • individuare gli obiettivi e l’outcome funzionale (esito atteso al termine del trattamento)

 

 2) Successivamente lo studente  incontra i coordinatori che simuleranno il caso clinico e in quella sede vengono valutati:   

a)     conoscenze di base necessarie alla comprensione del caso;

b)     esposizione dei dati raccolti ritenuti importanti oltre alla sintesi dell’elaborazione dei punti elencati precedentemente;

c)     esecuzione di un test di valutazione proposto dalla Commissione di tirocinio;

d)     esecuzione di una manovra terapeutica proposta dalla Commissione di tirocinio;

 

Verrà tenuta in considerazione anche la modalità di relazione che lo studente assume nei confronti della persona esaminata.

 

La simulazione  avrà una durata di almeno 30 minuti.

 

 

3° anno: Prova pratica

1)     Allo studente viene consegnata la documentazione di un utente che potrà consultare da un minimo di 30 ad un massimo di 60 minuti, durante i quali dovrà:  

  • identificare la diagnosi clinica e quella riabilitativa (fisioterapica) seguendo il modello ICF;
  • effettuare una raccolta dei dati anamnestici di interesse terapeutico-riabilitativo e di natura psicosociale, desunti dalla documentazione esistente, e se possibile dei dati relativi ad attese, desideri, collaborazione, motivazione, risorse personali ed economiche della persona e della famiglia;
  • formulare un’ipotesi di valutazione con l’utilizzo di idonei strumenti di misurazione qualitativa e quantitativa in riferimento a:
    • integrità strutturali e funzionali e loro menomazioni
    • attività e loro limitazioni
    • partecipazione alla vita sociale e sue restrizioni

 

  • identificare i problemi principali;
  • individuare gli obiettivi e l’outcome funzionale (esito atteso al termine del trattamento);
  • definire il programma terapeutico in relazione agli obiettivi       


2) Successivamente lo studente  incontra l'utente e in quella sede vengono valutati:

e)     conoscenze di base necessarie alla comprensione del caso;

f)      esposizione dei dati raccolti ritenuti importanti oltre alla sintesi dell’elaborazione dei punti elencati precedentemente;

g)     esecuzione di un test di valutazione proposto dalla Commissione di tirocinio;

h)     esecuzione di una manovra terapeutica proposta dalla Commissione di tirocinio;

 

Verrà tenuta in considerazione anche la modalità di relazione che lo studente assume nei confronti del persona esaminata.

 

La prova avrà una durata di almeno 30 minuti.