Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Astrophysics and cosmology

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Le laureate e i laureati magistrali in Astrophysics and Cosmology possiedono:
- padronanza del metodo scientifico di indagine;
- un’approfondita preparazione con ampie capacità scientifiche ed operative, osservative e teoriche, nei campi dell'astronomia, astrofisica, cosmologia e fisica spaziale;
- la conoscenza dei sistemi astrofisici fondamentali e della fisica fondamentale associata ai fenomeni astrofisici;
- la conoscenza dei modelli fondamentali che descrivono l'universo e la sua evoluzione;
- competenze specifiche nelle moderne strumentazioni e tecniche osservative, nonché sulle relative procedure di raccolta e analisi dati e di elaborazione di modelli;
- una conoscenza approfondita di strumenti matematici e informatici di supporto.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopra elencate sono principalmente conseguite tramite la partecipazione degli studenti a lezioni frontali in aula e in laboratorio, ad attività seminariali e tramite lo studio individuale.

La verifica di tali conoscenze avviene attraverso il superamento degli esami fondamentali del Corso, che possono prevedere sia compiti scritti che interrogazioni orali.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Le laureate e i laureati magistrali in Astrophysics and Cosmology sono in grado di:
- descrivere, anche in maniera quantitativa, i fenomeni del mondo astrofisico e della cosmologia, avendo ben chiaro il quadro di riferimento teorico ed interpretativo negli ambiti di base dell'astrofisica moderna;
- risolvere problemi qualitativi e quantitativi in vari ambiti dell'astrofisica e cosmologia;
- partecipare allo sviluppo, costruzione, taratura di strumentazione astrofisica;
- partendo dalle conoscenze specifiche acquisite, sviluppare autonomamente modelli teorici di sistemi complessi nei campi dell'astrofisica, della cosmologia e della fisica spaziale, anche attraverso l'uso di moderni mezzi di calcolo di alte prestazioni;
- operare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture, nel campo della ricerca e dell'innovazione scientifica e tecnologica;
- utilizzare il metodo scientifico per indagare nuovi fenomeni;
- comprendere ed utilizzare moderni apparati di misura;
- analizzare con metodologia scientifica grandi insiemi di dati, dandone un’interpretazione consistente;
- utilizzare software scientifici e linguaggi di programmazione per l'analisi di problemi astrofisici.

Inoltre le laureate e i laureati magistrali in Astrophysics and Cosmology sono capaci di:
- acquisire efficaci competenze e strumenti per la comunicazione (scritta e orale) e la gestione dell'informazione scientifica;
- utilizzare strumenti per aggiornarsi in modo rapido e continuo;
- lavorare in gruppo, pur operando con definiti gradi di autonomia, e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

Le capacità di applicare conoscenza e comprensione sono principalmente conseguite tramite la partecipazione degli studenti a sessioni di esercitazioni e di laboratorio e tramite lo studio individuale.

La verifica di tali conoscenze avviene attraverso il superamento degli esami fondamentali del Corso, che possono prevedere anche esercitazioni scritte, presentazione di relazioni e/o brevi elaborati in forma scritta o orale.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Le laureate e i laureati magistrali sono capaci di:
- formulare un problema analitico e di proporre idee e soluzioni;
- effettuare valutazioni di qualità delle osservazioni e/o dei dati astronomici e sperimentali;
- dare valutazioni appropriate anche in campi non strettamente scientifici;
- dare valutazioni, anche etiche, basandosi su un'analisi complessiva di vari aspetti, scientifici e non, legati al problema;
- lavorare per obiettivi, in gruppo e in modo autonomo.

L'autonomia di giudizio viene sviluppata in particolare tramite esercitazioni e preparazione di elaborati soprattutto in insegnamenti di carattere ASTROFISICO e nella preparazione della prova finale. L'acquisizione dell'autonomia di giudizio viene accertata tramite la valutazione del grado di autonomia e la capacità di lavorare anche in gruppo durante la preparazione di specifiche attività previste da alcuni insegnamenti nell'ambito di progetti individuali e di gruppo, e nello svolgimento di un significativo lavoro di tesi su un argomento di ricerca (argomento della prova finale).


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Le laureate e i laureati magistrali:
- sono capaci di esporre e presentare il proprio sapere attraverso elaborati scritti, grafici e multimediali;
- sono capaci di trasmettere e divulgare ad alto livello informazioni, idee, problemi e soluzioni su tematiche scientifiche;
- possiedono propensione al lavoro di gruppo in generale, nonché buone capacità di gestire e coordinare progetti di lavoro multidisciplinari, anche in un contesto internazionale.

L'acquisizione delle abilità sopraelencate è prevista in forma diversa all'interno delle attività formative e viene verificata negli elaborati scritti o multimediali, nelle esposizioni orali, nelle attività di coordinamento o partecipazione ai gruppi di lavoro, negli interventi seminariali, nella verifica della comprensione di testi. Nelle attività di esercitazione in aula ed in laboratorio, gli studenti sono incoraggiati ad intervenire pubblicamente per migliorare la propria capacità di descrivere in modo chiaro e comprensibile eventuali dubbi e/o richieste di chiarimento su argomenti specifici. Sono previste ampie modalità di verifica, inclusi colloqui, preparazione di elaborati scritti, discussione dei progetti, anche mediante l'ausilio di strumenti multimediali e dimostrazioni al computer, seminari su argomenti avanzati.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Le laureate e i laureati magistrali:
- possiedono abilità di apprendimento che sono necessarie per intraprendere studi futuri e/o di continuare la propria formazione professionale con sufficiente grado di autonomia;
- sono capaci di adattarsi a nuove situazioni;
- sono capaci di consultare materiale bibliografico, banche dati e altre fonti in rete.

La capacità di apprendimento viene formata in tutte le attività autonome previste nell’arco dei due anni di formazione attraverso diverse strategie: supporto tutoriale allo studio individuale, iniziative di supporto alla capacità di programmazione e organizzazione del tempo di studio, attività di ricerca bibliografica e di aggiornamento, attività di confronto seminariale, correzione degli elaborati e riscrittura. L’acquisizione della capacità di apprendimento viene accertata in vari modi, tra cui lo sviluppo di progetti individuali e di gruppo, lo svolgimento di un significativo lavoro di tesi su un argomento di ricerca e la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale.