Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Chimica

Prova finale: modalità e scadenze

Norme per l'ingresso in tesi e punteggio di laurea

Domanda di laurea

Per presentare la domanda di laurea accedi al servizio Studenti Online rispettando le scadenze sia per la presentazione delle domande, sia per il possesso dei requisiti.

La domanda di laurea prevede il pagamento dell’imposta di bollo (pari a 32,00 €).

Se la domanda viene presentata oltre il termine ordinario ed entro la scadenza tardiva con mora è previsto il pagamento di un’indennità pari a 100,00 €.

Aspetti generali

Le tesi della laurea magistrale in CHIMICA hanno carattere originale, sperimentale o teorico.

Le tesi possono essere preparate all’interno o all’esterno dell’Università, in ogni caso attivando il tirocinio previsto nel piano didattico del corso di studio (tirocinio in preparazione della prova finale, 12 o 24 crediti).

Le informazioni su come attivare il tirocinio per la prova finale sono disponibili nella sezione STUDIARE > TIROCINIO del sito del corso di studio.

Relatore della tesi è un Docente del corso di laurea (professore o ricercatore confermato) o di corsi di Chimica della Scuola di Scienze.

La Commissione Tirocini, in raccordo col Consiglio di corso di studio, può affidare il compito di relatore anche ad altri docenti dell’Ateneo.

La tesi può essere scritta indifferentemente in italiano o in inglese. La tesi deve essere accompagnata da un riassunto di quattro cartelle, inclusi disegni e tabelle, redatto in inglese se la tesi è scritta in italiano, in italiano se la tesi è scritta in inglese. Tale riassunto va rilegato assieme alla tesi e deve essere posto all'inizio della stessa. Per tutte le regole formali relative allo stile valgono le regole di Ateneo. 

Fac-simile frontespizio

Esame di Laurea

L’esame generale di Laurea consiste nella discussione orale di una dissertazione scritta (Tesi di Laurea) elaborata autonomamente dal candidato.

Il voto finale, espresso in centodecimi, è il risultato della somma dei seguenti contributi:

a) voto medio, espresso in centodecimi, calcolato dalla media pesata sui crediti dei voti ottenuti negli esami del Corso di Laurea Magistrale;

b) un massimo di 7 punti derivanti dal giudizio della Commissione di Laurea. Di questi, 4 punti sono assegnati dal relatore ed 3 punti dalla commissione di Laurea;

c) un punteggio relativo alle lodi conseguite: per ogni esame superato con lode il punteggio aggiuntivo è dato dal numero di crediti moltiplicato per 0.05;

d) per l’assegnazione della lode al voto di laurea occorre che lo studente raggiunga un punteggio totale di almeno 113/110.

La Commissione di Laurea è nominata dal Presidente del Consiglio di Corso di Laurea che la presiede, ed è composta da cinque Commissari scelti tra i Docenti afferenti al Corso di Laurea e dal Relatore della tesi. Nel caso in cui uno dei Commissari sia Relatore di Tesi, il Presidente nomina un sostituto.