Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Medical Biotechnology

Risultati di apprendimento attesi

Se devi iscriverti fai riferimento al codice 9081.
Se sei già iscritto puoi verificare il codice del tuo corso su Studenti Online.

9081 - Medical biotechnology

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale in Medical Biotechnology deve possedere conoscenze generali tali da poter utilizzare un approccio multidisciplinare alla soluzione di problemi complessi in campo biotecnologico. Gli insegnamenti obbligatori del corso di studio mirano, pertanto, a fornire allo studente sia le conoscenze integrate negli ambiti delle discipline biomolecolari e delle discipline mediche di base sia, in particolare, le conoscenze necessarie alla comprensione dei sistemi biologici complessi a livello cellulare e molecolare e dei processi biologici ad essi correlati, in modo da poter intervenire e modificarli con metodi biotecnologici.

Il laureato magistrale in Medical Biotechnology:
- possiede buone conoscenze sulla morfologia e le funzioni dell’organismo umano;
- conosce l’eziopatogenesi cellulare e molecolare delle più rilevanti patologie umane;
- conosce le situazioni patologiche congenite o acquisite nelle quali sia possibile intervenire con un approccio biotecnologico;
- conosce l’iter diagnostico clinico delle principali patologie umane, incluse le tecnologie applicate.

Tali conoscenze sono acquisite mediante la partecipazione a lezioni frontali, laboratori a posto singolo ed esercitazioni; mediante attività di laboratorio specialistico e mediante la lettura critica dei testi scientifici analizzati individualmente e a gruppi.
La verifica delle conoscenze e della capacità di comprensione è effettuata attraverso prove scritte e/o orali e attraverso attività seminariali incentrate sulla lettura critica individuale di recenti articoli scientifici.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale in Medical Biotechnology:
- sa utilizzare le principali metodologie e strumentazioni che caratterizzano le biotecnologie ai fini della prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie dell'uomo;
- sa studiare e applicare strategie preventive, diagnostiche e terapeutiche, a base biotecnologica, nell'ambito della patologia umana;
- sa applicare la normativa comunitaria relativa alla sperimentazione dei medicinali;
- sa utilizzare in modo appropriato le metodologie informatiche, bioinformatiche e statistiche.

La capacità di applicare le conoscenze è acquisita attraverso l'ampia esperienza maturata nei laboratori didattici a posto singolo e durante lo svolgimento della tesi di laurea magistrale in laboratori di ricerca. La valutazione dei risultati attesi è effettuata mediante relazioni scritte e successiva discussione delle esperienze di laboratorio e dell'esperienza ottenuta durante la preparazione della tesi e in sede di laurea.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale in Medical Biotechnology:
- sa riconoscere (anche attraverso specifiche indagini diagnostiche) le interazioni tra microrganismi estranei ed organismi umani;
- sa riconoscere gli elementi di innovazione in un progetto di sviluppo di un medicinale innovativo;
- sa riconoscere e valutare le principali problematiche etiche poste da protocolli di sperimentazione clinica;
- è in grado di formulare circostanziati giudizi autonomi e riflessioni per risolvere specifici problemi attinenti alla propria attività professionale;
- sa lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture;
- sa utilizzare la strumentazione scientifica nel campo delle biotecnologie e progettare e organizzare attività di laboratorio, utilizzando tecniche innovative;
- sa analizzare, gestire e divulgare i dati dei protocolli sperimentali ed è in grado di analizzare criticamente e risolvere problematiche scientifiche legate alle biotecnologie;
- sa relazionarsi con ambiti lavorativi diversi;
- sa interpretare le fonti, i dati sperimentali e la letteratura in campo scientifico.

L'autonomia di giudizio viene coltivata dallo studente mediante la lettura di articoli scientifici o letture dedicate a uno specifico tema. Al fine specifico di fare acquisire autonomia di giudizio allo studente è prevista l'elaborazione di un progetto, che potrà essere il progetto di tesi o un progetto scientifico, a cui sarà dedicato un congruo numero di CFU e che culminerà in un elaborato autonomo provvisto di bibliografia.
La valutazione dell'autonomia di giudizio è effettuata attraverso attività seminariali e, al termine del percorso formativo, con la discussione della tesi di laurea.



ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale in Medical Biotechnology:
- sa lavorare in gruppo nell'ambito della progettazione e delle attività di laboratorio;
- possiede capacità di analisi e di sintesi per la gestione e la comunicazione in ambito scientifico dei dati sperimentali;
- possiede capacità relazionali e di comunicazione che gli permettono di lavorare anche in contesti internazionali;
- è in grado di divulgare risultati sperimentali e le proprie conoscenze ad un pubblico generale;
- è in grado di esprimere per iscritto e di discutere un argomento di proprio interesse su tematiche inerenti al corso di studio, con proprietà di linguaggio e capacità di sintesi, nei contesti lavorativi in cui è chiamato ad operare;
- sa utilizzare fluentemente in forma scritta e orale la lingua inglese;
- sa redigere rapporti tecnico-scientifici in lingua inglese.

Le abilità comunicative vengono sviluppate in modo continuativo attraverso la partecipazione ad attività seminariali e alle esercitazioni pratiche di laboratorio che sono parte integrante di numerose attività formative previste dal piano didattico. Inoltre, un'attività particolarmente significativa per il perfezionamento delle abilità comunicative dello studente è rappresentata dalla preparazione della tesi di laurea, che prevede relazioni periodiche al relatore del lavoro svolto e dei risultati ottenuti, e dalla sua presentazione e discussione attraverso l'ausilio di strumenti multimediali davanti all'apposita commissione di laurea.



CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale in Medical Biotechnology:
- è in grado di organizzare e pianificare attività di laboratorio e di approfondire ulteriori tecniche sperimentali;
- sa aggiornarsi su normativa, metodi, tecniche e strumenti di settore anche attraverso la consultazione e lo studio di fonti bibliografiche, aggiornamento indispensabile in un ambito in continua evoluzione;
- acquisisce un metodo di studio e la capacità di lavorare per obiettivi, sia in gruppo sia in maniera autonoma;
- sa selezionare e interpretare dati e informazioni;
- possiede capacità di apprendimento necessarie a intraprendere studi successivi con elevato grado di autonomia;
- ha i requisiti per l'accesso ad un ulteriore livello di formazione (master di II livello, dottorato di ricerca, scuole di specializzazione).

Le capacità di apprendimento vengono sviluppate mediante la partecipazione attiva degli studenti a lezioni frontali ed esercitazioni di laboratorio. Durante tali attività, i docenti stimoleranno gli studenti ad un apprendimento continuo e all'approfondimento delle proprie conoscenze servendosi di numerosi strumenti didattici quali ad esempio materiali didattici aggiornati, documentazione tecnica e piattaforme di e-learning per conoscenze apprese a lezione o durante le esercitazioni pratiche. Gli studenti saranno inoltre incoraggiati a fare uso dei motori di ricerca e delle principali banche dati disponibili online per reperire materiale informativo e scientifico aggiornato e svilupperanno così la capacità di acquisire autonomamente le conoscenze sullo stato dell’arte in un settore di ricerca specifico.

Le capacità di apprendimento sono valutate attraverso forme di verifica continue, scritte e/o orali, durante le attività formative, compenetrando le conoscenze acquisite nel corso di attività specifiche a quelle conseguite mediante lo studio personale e valutando il contributo critico dimostrato nel corso di attività esercitazionali e seminariali.

Infine, la capacità dello studente di avvalersi di metodi di apprendimento adeguati ed avanzati è verificata anche durante la stesura della tesi per la prova finale, che viene supervisionata dal relatore e valutata dalla commissione di laurea.