Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Photochemistry and molecular materials

Regolamento Tesi di Laurea

REGOLAMENTO INTERNO: TESI DI LAUREA MAGISTRALE IN FOTOCHIMICA E MATERIALI MOLECOLARI

Aspetti generali

Le tesi della laurea magistrale in FOTOCHIMICA E MATERIALI MOLECOLARI hanno carattere originale, sperimentale o teorico.

La scelta dell’argomento di tesi, del luogo e del nominativo del docente relatore della tesi dovrà essere effettuata mediante presentazione della domanda relativa al Presidente del Corso di Studio per l’approvazione da parte del Consiglio di Corso di Studio. L’argomento della tesi deve essere approvato dal Consiglio di Corso di Studio.

Lo studente può iniziare il lavoro di tesi quando è in debito di non più di 65 crediti formativi (compresi i crediti riservati allo svolgimento della tesi) e comunque non prima dell’inizio del primo semestre del secondo anno di corso.

 La tesi ha inizio a tutti gli effetti alla data di presentazione della domanda.

 Il relatore della tesi è di norma un docente del Corso di Studio. Il Consiglio di Corso di Studio può comunque affidare il compito di relatore anche ad altri docenti dell’Ateneo.

 Le tesi possono anche essere svolte in strutture esterne all’Ateneo o all’estero usufruendo del tirocinio; le richieste in questo senso devono essere autorizzate dal Consiglio di Corso di Studio. La responsabilità della tesi viene affidata ad un docente del Corso di Studio che fungerà da relatore e che si avvarrà della collaborazione di un ricercatore della struttura ospitante, che a sua volta fungerà da correlatore.

 La redazione della tesi di laurea deve seguire le regole dettate dall’Ateneo. La tesi potrà essere redatta sia in lingua italiana che in lingua inglese: se redatta in italiano dovrà necessariamente contenere un breve riassunto in inglese; se redatta in inglese dovrà necessariamente contenere un breve riassunto in italiano.

Esame di Laurea

L’esame di Laurea consiste nella discussione orale di una dissertazione scritta (Tesi di Laurea) elaborata autonomamente dal candidato.

 Il voto finale, espresso in centodecimi, è il risultato della somma dei seguenti contributi:

  1. voto medio, espresso in centodecimi, calcolato dalla media pesata sui crediti dei voti ottenuti negli esami del Corso di Studio;
  2. un massimo di 7 punti derivanti 4 dal giudizio del relatore e 3 dal giudizio della Commissione di Laurea;
  3. un punteggio relativo alle lodi conseguite: per ogni esame superato con lode il punteggio aggiuntivo è numero di crediti moltiplicato per 0.05;
  4. per l’assegnazione della lode al voto di laurea occorre che lo studente raggiunga un punteggio totale di almeno 113/110 e che nell’esame di laurea ottenga la votazione massima di 7 punti su 7; la lode è proposta dal relatore ed è attribuita su decisione unanime della commissione.

 La Commissione di Laurea, nominata dal Presidente del Corso di Studio, è composta dal Presidente del Corso di Studio, da Commissari scelti tra i Docenti afferenti al Corso di Studio e dal Relatore della tesi. Nel caso in cui uno dei Commissari sia Relatore di Tesi, il Presidente del Consiglio di Corso di Studio nomina un sostituto.

 Gli esami di Laurea sono pubblici.