Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Photochemistry and molecular materials

Risultati di apprendimento attesi

Se devi iscriverti fai riferimento al codice 9074.
Se sei già iscritto puoi verificare il codice del tuo corso su Studenti Online.

9074 - Photochemistry and molecular materials

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale:
- possiede una buona cultura in matematica e fisica, nelle aree centrali della chimica; buona conoscenza dei fondamenti di meccanica quantistica, spettroscopia e fotochimica; buona conoscenza delle proprietà molecolari dei materiali e delle proprietà delle strutture solide e delle superfici;
- possiede conoscenze in aree specialistiche della chimica quali fotochimica, fotofisica, nanotecnologia molecolare; chimica ed elettrochimica dei materiali molecolari funzionali/strutturali, polimerici, biominerali e biomimetici;
- conosce le tecniche sperimentali e computazionali per lo studio dell'interazione tra la radiazione elettromagnetica e la materia, per il funzionamento di sorgenti laser, per la caratterizzazione dei materiali allo stato solido in vista di applicazioni specifiche;
- possiede conoscenze chimiche applicabili in molti altri contesti.

Tali conoscenze sono conseguite mediante la partecipazione a lezioni frontali, corsi di laboratorio e corsi esercitazionali, sostenuti dallo studio individuale previsto dal corso di laurea magistrale. Le modalità di verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami di profitto svolti in forma orale e/o scritta. Gli ambiti interessati sono quelli delle discipline caratterizzanti (chimiche inorganiche e chimico-fisiche, chimiche organiche e chimiche industriali) nonché le attività formative affini.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale:
- sa progettare e realizzare sistemi chimici e fisici per applicazioni che prevedono l'interazione tra la radiazione elettromagnetica e la materia; progettare e sintetizzare materiali con proprietà chimiche e fisiche predefinite; è in grado di investigare le proprietà statiche e i processi dinamici dei materiali;
- è in grado di elaborare informazioni relative a problemi di natura fotochimica e fotofisica, relative a materiali molecolari e funzionali; di utilizzare metodologie teoriche e computazionali per lo studio dei materiali e di applicarle nei campi della fotochimica, della spettroscopia molecolare, della chimica analitica e ambientale.
- sa impiegare attrezzature complesse di misura ed analisi per la caratterizzazione di nuovi materiali;
- è in grado di utilizzare metodi avanzati di elaborazione dati;
- è capace di applicare la conoscenza alla pratica;
- sa pianificare e gestire il tempo;
- è capace di adattarsi a nuove situazioni;
- possiede capacità di analisi e di sintesi;
- è in grado di lavorare in team.
Gli strumenti didattici finalizzati al raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze includono, oltre alla partecipazione a lezioni frontali, sostenuti dallo studio individuale previsto dal corso di laurea magistrale, una intensa attività di laboratorio. Il conseguimento di tali conoscenze è accertato attraverso il superamento degli esami di profitto orali e scritti, l'attività individuale e di gruppo in laboratorio e le relazioni, per gli insegnamenti che le prevedono, sull'attività svolta in laboratorio. Gli ambiti interessati sono quelli delle discipline caratterizzanti (chimiche inorganiche e chimico-fisiche, chimiche organiche e chimiche industriali) nonché le attività formative affini.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- è capace di raccogliere ed interpretare rilevanti dati scientifici derivati dall'osservazione e dalla misurazione in laboratorio;
- è capace di dare giudizi che includano riflessioni su importanti questioni scientifiche ed etiche;
- è in grado di risolvere in modo autonomo problemi teorici e sperimentali;
- ha capacità di adattamento per impieghi di livello nel posto di lavoro, inclusa l'industria chimica;
- è capace di approfondire problemi nuovi di natura professionale, facendo ricorso alle proprie conoscenze, alle fonti autorevoli ed ai nuovi risultati presenti nella letteratura scientifica;
- è in grado di pianificare un esperimento e/o una serie di misure atte ad ottenere specifiche informazioni su materiali molecolari di potenziale interesse applicativo;
- è capace di interpretare in modo autonomo risultati scientifici derivanti da sperimentazioni e misure strumentali effettuate in laboratorio;
- è in grado di individuare autonomamente i modelli empirici e/o teorici utili per predire le proprietà fotofisiche e fotochimiche di materiali molecolari;
- è in grado di valutare la qualità del proprio lavoro e di comprendere l'importanza di nuovi risultati riportati nella letteratura scientifica;
- sa difendere le proprie proposte in contesti specialistici e non.

L'acquisizione delle competenze sopraelencate che attengono all'autonomia di giudizio è garantita all'interno delle specifiche attività formative in cui è data rilevanza al ruolo della disciplina in oggetto nella società e alla sua evoluzione in funzione di mutamenti culturali, tecnologici e metodologici. In alcune attività formative e nella preparazione della prova finale è dato spazio a forme didattiche di lavoro a progetto e seminariale in cui gli studenti sono chiamati a valutare reciprocamente in modo costruttivo il lavoro svolto. Le forme di verifica consistono nell'elaborazione di saggi, la realizzazione di presentazioni orali e la verifica della capacità di intervenire in modo costruttivo in contesti seminariali.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- possiede abilità interpersonali, capacità di interagire in modo costruttivo con altre persone e di condurre attività scientifica in collaborazione anche a livello internazionale;
- possiede abilità comunicative in lingua inglese;
Le abilità comunicative scritte ed orali, in lingua inglese, sono sviluppate particolarmente in occasione di seminari, esercitazioni ed altre attività formative che prevedono la preparazione di relazioni e documenti scritti e l'esposizione dei medesimi utilizzando anche strumenti multimediali o dimostrazioni al computer.
L'acquisizione e la valutazione/verifica del conseguimento di tali abilità comunicative avvengono tramite la redazione della Tesi di Laurea e la discussione della medesima.
In tutte le attività di esercitazione in aula ed in laboratorio, gli studenti sono comunque incoraggiati ad intervenire pubblicamente per migliorare la propria capacità di descrivere in modo chiaro e comprensibile eventuali dubbi e/o richieste di chiarimento su argomenti specifici.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:
- sviluppa uno standard di apprendimento tale da consentire una piena autonomia per svolgere il dottorato di ricerca;
- acquisisce un metodo di studio, la capacità di lavorare per obiettivi sia in gruppo, sia in maniera autonoma;
- ha la capacità di lavorare autonomamente e di continuare la propria formazione professionale;

Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, con riguardo in particolare allo studio individuale previsto, alla preparazione di progetti individuali e all'attività svolta per la preparazione della prova finale. La capacità di apprendimento è valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, indicando un peso specifico per il rispetto delle scadenza, richiedendo la presentazione di dati reperiti autonomamente, mediante l'attività di tutorato nello svolgimento di progetti e mediante la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale.