Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Scienze e gestione della natura

Redazione della tesi e voto finale

La scelta dell’argomento e le norme redazionali per la stesura della tesi per la prova finale.

SCELTA E PROPOSTA DELL’ARGOMENTO

Per laurearti devi proporre un argomento di tesi ad un relatore che valuterà la congruità della tua proposta in relazione al piano di studi.

Dovrai dimostrare di essere in grado di costruire una bibliografia di base sull'argomento, di sintetizzarla e rielaborarla in forma saggistica, nel rispetto delle norme redazionali.

SCELTA DELLE MODALITA’ DI PREPARAZIONE DELLA PROVA FINALE

Il piano di studi ti consente di scegliere fra diverse modalità di preparazione della prova finale.

Puoi scegliere in che modo combinare i 30 CFU totali relativi alla prova finale, selezionando l’opzione che si adatta maggiormente al tuo progetto di tesi.

A seconda del tuo progetto di tesi (ad es. tramite progetti europei come Erasmus+ studio per preparazione tesi o Erasmus+ Traineeship, o attraverso i bandi per la preparazione all’estero della tesi finanziati dal Dipartimento BiGeA, ecc.) potrai scegliere se effettuare un tirocinio in Italia o all’estero, o un periodo di preparazione/ricerca (diverso da tirocinio) per un totale di ore di attività corrispondente a 12, 18 o 24 CFU.

I CFU restanti (per raggiungere i 30 CFU) corrisponderanno quindi alle ore di lavoro individuali necessari per completare la preparazione alla prova finale.

Puoi anche scegliere di preparare la tesi in Italia in modalità compilativa attraverso attività di ricerca (che non si configuri come tirocinio) per un totale di 30 CFU (compresa la prova finale).

IMPORTANTE: tutte le opzioni disponibili corrispondono ad un totale di 30 CFU; la scelta individuale su come combinare questi crediti è una valida opportunità per personalizzare il tuo piano di studi. L’esame finale è valutato in ogni caso sulla base dei contenuti proposti, indipendentemente dalla modalità scelta per completarlo.

NORME REDAZIONALI

'La tesi deve avere una lunghezza compresa tra le 20 e le 60 pagine.

In caso di tesi di natura sperimentale si suggerisce la seguente struttura: Riassunto, Introduzione, (Area di Studio), Metodi, Risultati, Discussione, Conclusione, Bibliografia.

In caso di tesi in cui venga sviluppata una forte linea teorica, possono essere previsti Capitoli aggiuntivi o sostitutivi (es. Teoria di base o Background teorico).

Gli studenti possono comunque rivolgersi ai propri Relatori per capire quale sia la migliore linea editoriale in funzione del tipo di tesi sviluppato.

Le norme redazionali di base per la stesura della tesi:

  • font Times New Roman o Arial;
  • corpo del testo di 12 o 13 punti (le note vanno in corpo 10);
  • margini destro-sinistro e superiore-inferiore di 2,5 cm;
  • interlinea 1,5 cm.

Dal momento che la tesi deve essere consegnata in formato pdf, può venire redatta con qualsiasi linguaggio e/o software, incluso LaTeX, rispettando i criteri redazionali sopra citati.

VOTO FINALE

La Commissione di laurea valuterà il tuo percorso nel complesso: tesi, curriculum degli studi compiuti, tempi di completamento del percorso universitario, eventuali trasferimenti da altro Corso, applicando regole specifiche.

La valutazione della commissione è espressa in centodecimi (110). In caso di valutazione positiva, la prova s'intende superata con una votazione minima di 66/110 e massima di 110/110. La Commissione in caso di votazione massima più concedere la lode su decisione unanime.

Consulta le informazioni su come calcolare la media di laurea in base al tuo ordinamento degli studi.

I criteri per la valutazione della tesi sono:

  • originalità dell'argomento
  • correttezza metodologica
  • livello di approfondimento
  • adeguatezza della scrittura e redazione dell'elaborato
  • capacità espositiva e di presentazione dell'elaborato.

La commissione potrà assegnare fino ad un massimo di 8 punti a giudizio del relatore e del controrelatore, per la qualità della presentazione e per eventuali titoli curriculari aggiuntivi, ovvero attività curriculari o extra-curriculari certificate svolte in Italia o all’estero di particolare rilevanza scientifica/accademica (a titolo esemplificativo: partecipazione a congressi/attività di tirocinio, ecc.).

Gli studenti che intendano far valutare tali esperienze, dovranno far pervenire la relativa documentazione al Coordinatore del Corso di studi con congruo anticipo rispetto alla seduta di laurea.

L'eventuale Lode viene attribuita a giudizio unanime della Commissione, basandosi sulla carriera dello studente, sull'attività di tesi e sulla prova finale, che dovranno risultare globalmente eccellenti.

La Commissione di laurea, tenuto conto della discussione della tesi e del tuo curriculum, deciderà il voto finale che sarà proclamato in sede di sedute di laurea.