Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Arti visive

Al cappello Rosso. Storia di un'osteria bolognese

Tesi di argomento bolognese

Dal Medioevo al Novecento: l’osteria oggi albergo “Al cappello rosso“ rappresenta un significativo spaccato dell’ospitalità bolognese.
Una narrazione che si snoda dai primi documenti archivistici che attestano di un’osteria “Al capello” nel 1379, fino alla riproduzione nel “Gioco nuovo di tutte l’osterie” del Mitelli, datato 1712, avvalendosi dei documenti superstiti dell’Ufficio delle Bollette e delle testimonianze raccolte da storici cittadini come Guidicini.

Un lungo excursus che si intreccia con alcune delle più importanti vicende bolognesi come quelle riportate nelle notificazioni e nei bandi cittadini che, almeno dal 1682 al 1788, indicano il Cappello Rosso come unico luogo dove alloggiare per gli ebrei di passaggio a Bologna.

Marianna Di Giansante, attuale proprietaria dell'albergo "Al cappello rosso" in questa occasione ha conferito alla neodottoressa Nicoletta Rosetti una borsa di studio. I risultati della tesi confluiranno presto in una pubblicazione dedicata allo storico albergo bolognese.