Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato:
- ha una adeguata conoscenza dei principali settori del diritto ed una buona preparazione culturale metodologica per comprendere le modifiche normative;
- ha una conoscenza approfondita delle norme in materia di lavoro, sindacale e previdenziale, di tutela della salute del lavoratore e della sicurezza nell'ambiente di lavoro, delle procedure concorsuali e delle conseguenze sui rapporti di lavoro nonché della normativa fiscale per la gestione contabile/finanziaria del personale.

Dette capacità sono acquisite mediante la frequenza delle lezioni, accompagnate dallo studio dei manuali consigliati nonché dalla diretta consultazione delle fonti; la frequenza dei seminari, ove si impartiscono lezioni con metodo problem based oppure sono approfonditi temi, in forma individuale o collettiva; la redazione della tesi di laurea, rilevante anche per l'acquisizione ed applicazione di una metodologia di ricerca.
Dette capacità sono verificate mediante il superamento degli esami e della prova finale, la frequenza di seminari, le esperienze di tirocinio.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato:
- grazie al percorso formativo offerto, è in grado di interpretare il diritto positivo, secondo le principali tecniche utilizzate in giurisprudenza e dottrina, e di farne applicazione;
- è in grado di interpretare e applicare in modo autonomo le norme retributive, fiscali, previdenziali, assistenziali relative ai rapporti di lavoro ed applicarle al caso concreto;
- è in grado di identificare gli adempimenti e le misure attuabili in un determinato contesto organizzativo e ha una preparazione teorico-pratica approfondita nel settore della consulenza del lavoro e della gestione del personale;
- è in grado di consultare banche dati, di utilizzare mezzi informativi e programmi dedicati alla gestione del personale.

Dette capacità sono acquisite mediante la frequenza delle lezioni, accompagnate dallo studio dei manuali consigliati nonché dalla diretta consultazione delle fonti; la frequenza dei seminari, ove si impartiscono lezioni con metodo problem based oppure sono approfonditi temi, in forma individuale o collettiva; le esperienze di tirocinio, utili per individuare questioni concrete, cui applicare le nozioni teoriche; la redazione della tesi di laurea, rilevante anche per l'acquisizione ed applicazione di una metodologia di ricerca.
Dette capacità sono verificate mediante il superamento degli esami e della prova finale, la frequenza di seminari, le esperienze di tirocinio.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- sa individuare la soluzione migliore e più efficace per l'applicazione delle norme, dei contratti collettivi e degli indirizzi giurisprudenziali;
- è in grado di identificare gli adempimenti e le misure attuabili in un determinato contesto organizzativo.

Queste capacità sono acquisite tramite il combinarsi di:
- forme di apprendimento più tradizionali (lezioni frontali di carattere istituzionale e studio sui manuali e sulle fonti indicate nel corso);
- ricerche specifiche organizzate su temi più approfonditi, eventualmente anche in forma di gruppo o collettiva;
- lezioni impartite con metodo problem based;
- elaborazione e discussione della tesi di laurea;
- tirocini formativi;
- periodi eventuali di soggiorno e studio all'estero.

Queste capacità sono verificate tramite:
- esami sui singoli insegnamenti;
- eventuale redazione ed esposizione di tesine di approfondimento su specifici istituti o questioni, nell'ambito dei singoli insegnamenti;
- elaborazione e discussione della tesi di laurea.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- possiede conoscenze e competenze terminologiche giuridiche appropriate, fondamentali per operare nell'ambito giuridico del Diritto del lavoro;
- è in grado di esporre contenuti, informazioni e idee relative al proprio campo di studi utilizzando adeguate forme comunicative, anche utilizzando una lingua dell'Unione Europea diversa dall'italiano (livello in uscita previsto pari a B1 CEFR).

Le capacità comunicative descritte vengono elaborate attraverso:
- prove d'esame richiedenti elaborata capacità espositiva e argomentativa;
- elaborazione e discussione di tesine scritte;
- elaborazione e discussione della tesi di laurea;
- partecipazione a lezioni impartite con metodo problem based;
- tirocini formativi.

Queste capacità sono verificate tramite:
- esami sui singoli insegnamenti;
- eventuale redazione ed esposizione di tesine di approfondimento su specifici istituti o questioni, nell'ambito dei singoli insegnamenti;
- elaborazione e discussione della tesi di laurea.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- possiede capacità di apprendimento tali da permettergli di continuare ad aggiornarsi, anche in modo autonomo;
- è in grado di approfondire e sviluppare le competenze professionali, attraverso lo studio delle novità normative nonché dei nuovi orientamenti dottrinali e giurisprudenziali.

Queste capacità sono acquisite tramite il combinarsi di:
- forme di apprendimento più tradizionali (lezioni frontali di carattere istituzionale e studio sui manuali e sulle fonti indicate nel corso);
- ricerche specifiche organizzate su temi più approfonditi, eventualmente anche in forma di gruppo o collettiva;
- lezioni impartite con metodo problem based;
- elaborazione e discussione della tesi di laurea.

Queste capacità sono verificate tramite:
- esami sui singoli insegnamenti;
- eventuale redazione ed esposizione di tesine di approfondimento su specifici istituti o questioni, nell'ambito dei singoli insegnamenti;
- elaborazione e discussione della tesi di laurea.