Vai alla Homepage del Campus di Ravenna Laurea in Infermieristica Abilitante alla professione sanitaria di infermiere

Prospettive

Profili professionali

Infermiere: l'esercizio della professione è subordinata al superamento dell'esame di finale abilitante (esame di stato) all'iscrizione all'albo) e all’obbligo dell’iscrizione al Collegio IPASVI, come ribadito dalla L.43/2006.


FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L’infermiere è la figura professionale a cui competono le attribuzioni previste dal D.M. 739 del Ministero della Sanità 14 settembre 1994, L. 42/1999, L. 251/2000 e L. 43/2006; ovvero sono responsabili dell'assistenza generale infermieristica preventiva, curativa, palliativa, riabilitativa, che è di natura tecnica, relazionale, educativa.
Le loro principali funzioni sono:
- prevenzione delle malattie
- assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età
- educazione sanitaria.
Gli infermieri partecipano all'identificazione dei bisogni di salute della persona e della collettività, identificano i bisogni di assistenza infermieristica della persona e della collettività e formulano i relativi obiettivi; pianificano, gestiscono e valutano l'intervento assistenziale infermieristico; garantiscono la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico- terapeutiche; agiscono sia individualmente che in collaborazione con gli altri operatori sanitari e sociali, avvalendosi, ove necessario, dell'opera del personale di supporto.
Svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e nell'assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero professionale infine contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca.
COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
L’infermiere:
- partecipa all’ identificazione dei bisogni di salute della persona e della comunità;
- identifica i bisogni di assistenza infermieristica della persona e della comunità, formulando i relativi obiettivi;
- pianifica, gestisce e valuta l’intervento assistenziale infermieristico;
- garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico - terapeutiche;
- agisce sia individualmente esia in collaborazione con altri operatori sanitari e sociali avvalendosi, ove necessario, dell’opera del personale di supporto;
- concorre direttamente all’aggiornamento relativo al proprio profilo professionale e ad attività di ricerca finalizzate alla produzione di nuove conoscenze per il miglioramento continuo della qualità;
- contribuisce alla formazione del personale di supporto;
- lavora in gruppo e sa integrarsi con le altre professioni sanitarie;
- utilizza almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali;
- applica i principi bioetici generali, quelli deontologici, giuridici e medico legali della professione.
SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
L’infermiere svolge la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e nell'assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero- professionale presso:
- Ospedali
- Policlinici Universitari
- IRCSS
- Cliniche private
- Case della Salute
- 118
- A domicilio
- Ambulatori
- Consultori
- Territorio
- Centri per la formazione di personale tecnico di supporto alle professioni sanitarie.

Proseguire gli studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica / magistrale) e master universitario di primo livello.