Vai alla Homepage del Campus di Forlì Laurea in Scienze internazionali e diplomatiche

Prospettive

Profili professionali

Addetto alle relazioni internazionali


FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L’addetto alle relazioni internazionali:
- collabora a definire, predisporre ed attuare progetti internazionali nell’ambito di istituzioni sia pubbliche sia private;
- contribuisce allo sviluppo e all’espansione su scala transnazionale dell’organizzazione in cui opera, formulando idee e proponendo progetti corredati da un adeguato dossier;
- ricerca, seleziona ed analizza i dati a tal fine rilevanti, avvalendosi sia di aggiornati strumenti informatici (es. banche dati) sia di appropriate tecniche di elaborazione e trattamento dei dati;
- coadiuva i funzionari nelle attività volte a: inquadrare i contesti normativi e istituzionali di riferimento, identificare gli attori rilevanti in tali contesti, analizzare i correlati processi di decisione, prospettare soluzioni funzionali agli obiettivi perseguiti.
COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
L’addetto alle relazioni internazionali:
- dispone di una buona padronanza dell’inglese e di una seconda lingua straniera;
- è in grado di interagire in contesti di media complessità con esperti di diritto, politica ed economia;
- possiede conoscenze interdisciplinari grazie alle quali sa leggere ed interpretare fenomeni ed accadimenti in aree geografiche diverse, cogliendone aspetti sociali, culturali, giuridici ed economici, anche proiettandoli nella loro dimensione diacronica;
- sa applicare i principali metodi di trattamento qualitativo e quantitativo delle informazioni;
- è capace di flessibilità operativa perché consapevole della complessità;
- può fare affidamento su buone capacità comunicative e relazionali.
SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Ufficio estero di imprese e società operanti sul mercato internazionale
- Ufficio relazioni internazionali di enti pubblici nazionali, regionali e locali
- Organizzazioni non governative, nazionali ed internazionali

Addetto all’ufficio studi e ricerche


FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L’addetto all’ufficio studi e ricerche:
- ha un ruolo nel costruire le piattaforme conoscitive utili a definire le linee di azione della organizzazione nella quale opera;
- a tal fine, concorre ad elaborare rapporti e dossier sui temi che l’organizzazione ritiene rilevanti in vista del proprio consolidamento ed ulteriore sviluppo;
- contribuisce ad individuare linee tematiche non ancora esplorate, ritenute meritevoli di attenzione per le finalità perseguite dall’organizzazione di appartenenza;
- identifica fonti, raccoglie dati ed informazioni, li inserisce nel quadro sovranazionale ed internazionale, contribuisce alla loro interpretazione, li organizza in documenti e collabora alla stesura dei testi di accompagnamento.
COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
L’addetto all’ufficio studi e ricerche:
- dispone di una buona padronanza dell’inglese e di una seconda lingua straniera;
- è in grado di interagire in contesti di media complessità con esperti di diritto, politica ed economia;
- possiede conoscenze interdisciplinari grazie alle quali sa leggere ed interpretare fenomeni ed accadimenti in aree geografiche diverse, cogliendone aspetti sociali, culturali, giuridici ed economici, anche proiettandoli nella loro dimensione diacronica;
- sa applicare i principali metodi di trattamento qualitativo e quantitativo delle informazioni;
- è capace di flessibilità operativa perché consapevole della complessità;
- può fare affidamento su buone capacità comunicative e relazionali.
SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Associazioni di categoria
- Amministrazioni pubbliche, nazionali e regionali
- Enti pubblici economici, aziende speciali ed aziende di pubblici servizi
- Organizzazioni nazionali ed internazionali non governative

Proseguire gli studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.