Vai alla Homepage del Campus di Rimini Laurea Magistrale in Scienze e tecniche dell'attivita' motoria preventiva e adattata

Redazione della tesi e voto finale

La scelta dell’argomento e le norme redazionali per la stesura della tesi per la prova finale.

SCELTA E PROPOSTA DELL’ARGOMENTO

La prova finale consiste nella redazione di una tesi su un argomento coerente con gli studi eseguiti, elaborata in modo originale e con la guida di un relatore (docente di attività formativa). La tesi deve articolarsi nelle seguenti fasi: progettazione; raccolta e successiva elaborazione delle informazioni; stesura sequenziale e coerente dei dati acquisiti; discussione e considerazioni personali sull’argomento; citazioni delle fonti bibliografiche nazionali e internazionali.

NORME REDAZIONALI

La redazione dell’elaborato finale (tesi di laurea) è standardizzata con l’avvertenza che non verranno accettate tesi di laurea redatte in modo difforme dalle seguenti prescrizioni:

• pagine di 32-35 righe di testo, ciascuna da 65-70 caratteri di tipo stabilito (Times, Courier, Helvetica);

• frontespizio della tesi/elaborato redatto indicando tutti gli elementi presenti nel fac-simile (vedi box allegati);

ATTENZIONE: é tassativamente vietato riprodurre il sigillo dell'Università di Bologna nei frontespizi della tesi/elaborato di laurea. Contro i trasgressori si procederà giudizialmente per attività di contraffazione del sigillo. (R.D. 21/6/1942, modificato dal Decreto legislativo n°480 del 1992 emanato in attuazione della direttiva comunitaria n°10 del 1989 e ulteriormente modificato dal decreto legislativo n°198 del 1996);

VOTO FINALE

La Commissione valuta il candidato avendo riguardo al curriculum degli studi e allo svolgimento della prova finale. Nel corso della presentazione lo studente potrà esporre il lavoro con l’ausilio di slide e la Commissione potrà porre delle domande di approfondimento su aspetti metodologici, risultati ed eventuali sviluppi del lavoro. La valutazione della Commissione è espressa in cento decimi. La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110. La Commissione, in caso di votazione massima (110/110), può concedere la lode in base alle modalità di seguito dettagliate.

Il colloquio avrà durata di 10-15 minuti. La Commissione di laurea, tenuto conto della discussione della tesi e del curriculum, deciderà il voto finale che sarà proclamato in sede di seduta di laurea. Al punteggio della media di laurea saranno aggiunti:

- da 0 a 8 punti. Il relatore può assegnare da 0 a 5 punti, la commissione da 0 a 3.

La lode potrà essere attribuita solo in casi di lavoro di eccezionale impegno laddove:

- il punteggio complessivo (composto da media ponderata dei voti + punteggio attribuito dalla Commissione di laurea per il lavoro di tesi) superi il 110/110;

e

- la media ponderata dei voti che il candidato ha riportato negli esami di profitto sia almeno pari a 103/110 con almeno 1 lode in carriera;

oppure

- la media ponderata dei voti che il candidato ha riportato negli esami di profitto sia almeno pari a 105/110; 

Inoltre è previsto un punteggio aggiuntivo di 1 punto se il candidato ha conseguito almeno 12 CFU all'estero.