Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Ingegneria energetica

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Energetica è istituito allo scopo di fornire agli studenti una formazione di elevato livello culturale e professionale per l'esercizio di attività di alta qualificazione negli ambiti disciplinari tipici.
I laureati magistrali in Ingegneria Energetica (ISTAT, 2.2.1.9) avranno conoscenze approfondite: delle discipline di base matematiche, fisiche, chimiche, e informatiche; delle discipline ingegneristiche relative alla fluidodinamica, alla trasmissione del calore, ai sistemi energetici di potenza e cogenerativi, all'impatto ambientale dei sistemi energetici, alla combustione e ai processi di produzione dei combustibili; ai metodi di modellazione fisico-matematica per la simulazione di fenomeni, componenti e sistemi energetici. I laureati magistrali avranno competenze professionali nei settori della termofluidodinamica, dei sistemi energetici e delle tecnologie energetiche avanzate. In particolare, potranno acquisire specifiche competenze ingegneristiche su: termofluidodinamica applicata e impianti termotecnici; sistemi energetici e macchine termiche; elettrotecnica, macchine e sistemi elettrici; meccanica e costruzione di strutture e macchine; fisica e impiantistica dei reattori nucleari a fissione e a fusione; fisica e applicazioni industriali dei plasmi; ingegneria delle radiazioni e radioprotezione; analisi di sicurezza; controllo ambientale. L'acquisizione di tali competenze sarà finalizzata al conseguimento di capacità di soluzione di problemi nell'ambito della progettazione innovativa e gestione di sistemi per la produzione, trasformazione ed utilizzazione di energia. I laureati magistrali in Ingegneria Energetica saranno in grado di applicare gli strumenti di analisi e le conoscenze relative alle tecnologie tipiche del settore anche ad altri comparti di punta dell'ingegneria.
A integrazione del profilo formativo altamente flessibile, interdisciplinare e comune a tutti, i laureati magistrali in ingegneria energetica si caratterizzano per due ambiti di competenze specifiche, eventualmente con ampie aree tematiche di intersezione a seguito di scelte libere consigliate dal corso di laurea.
In particolare possono essere identificate, tra le altre, le seguenti figure professionali, dotate di:
- competenze concettuali e metodologiche che trovano applicazione industriale in ambito di:
• progettazione impiantistica e termofluidodinamica di sistemi per la produzione e trasformazione di energia da fonte nucleare;
• progettazione di impianti termotecnici di tipo innovativo e di componenti di involucro edilizio ad alta efficienza energetica;
• progettazione di sistemi di produzione di energia elettrica e termica basati su fonti rinnovabili;
• progettazione, analisi e gestione di sistemi energetici avanzati (turbine a gas a ciclo complesso, gruppi vapore, cicli combinati);
• progettazione e gestione ottimizzata di sistemi cogenerativi
- competenze concettuali e metodologiche che trovano applicazione industriale in ambito di:
• progettazione fisica di sistemi per la produzione e trasformazione di energia da fonte nucleare;
• applicazione delle moderne tecniche di simulazione di sistema e/o di processo alla progettazione e analisi di sistemi nucleari, radiologici ed elettrici avanzati;
• sviluppo delle applicazioni delle tecnologie nucleari, delle radiazioni e dei plasmi industriali;
• progettazione, analisi e gestione di sistemi energetici avanzati (turbine a gas a ciclo complesso, gruppi vapore, cicli combinati).
• progettazione e gestione ottimizzata di sistemi cogenerativi.

Con riferimento ad entrambi gli ambiti professionali sopra descritti, l'obiettivo specifico del Corso è perseguito attraverso un percorso didattico centrato su quattro principali aree di apprendimento, coerenti con le competenze richieste dai profili professionali che si intendono formare:
1. competenze specialistiche di base, con particolare riferimento alla fluidodinamica e alla termodinamica
2. termotecnica, macchine e sistemi energetici
3. Produzione e conversione dell'energia
4. ingegneria nucleare e radioprotezione
Oltre a queste quattro aree di apprendimento, la formazione delle figure professionali che costituiscono l'obiettivo del Corso di Laurea Magistrale è completata attraverso lo sviluppo e la maturazione di capacità di autonomia, di comunicazione e di apprendimento autonomo. Le competenze specifiche saranno dettagliate nella successiva sezione A4.b.
Nel percorso formativo vengono proposti due indirizzi, "fonti energetiche ecosostenibili" e "tecnologie energetiche avanzate", fortemente interrelati tra loro. Entrambi gli indirizzi contengono insegnamenti di tutte e quattro le aree di apprendimento.
Le attrezzature informatiche e sperimentali già utilizzabili nei laboratori e in fase di continuo ulteriore incremento, permettono di approfondire gli aspetti applicativi delle tematiche sopra riportate. Possono inoltre essere svolte attività di tirocinio, utilizzando la collaborazione di Aziende o Enti pubblici e privati presenti sul territorio, nonché le strutture di ricerca dei dipartimenti universitari. Il percorso degli studi magistrali in ingegneria energetica, grazie alla sua solida base fisico-matematico-computazionale e alla sua forte natura interdisciplinare, può permettere sia un proficuo inserimento nel mondo del lavoro a livello elevato di competenze nei citati settori dell'ingegneria sia l'approfondimento delle competenze mediante prosecuzione degli studi nell'ambito di master di secondo livello e nei dottorati di ricerca.