Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Ingegneria meccanica

Prospettive

Profili professionali

INGEGNERE MECCANICO (ISCRIZIONE ALL’ALBO DEGLI INGENGERI)


FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Principali funzioni esercitate:
Occupa posizioni di responsabilità nell'ambito della progettazione, della direzione, del coordinamento e dello sviluppo delle attività industriali e/o di ricerca in Aziende ed Enti Pubblici o Privati, nonché nelle attività avanzate relative alla libera professione. essendo caratterizzato da una elevata preparazione culturale e professionale nell'ambito delle materie specifiche
della classe, con particolare riguardo alla progettazione innovativa di componenti, macchine, impianti, prodotti e processi, dal punto di vista funzionale, costruttivo, energetico ed economico. Specializza le sue conoscenze nei vari settori, fornendo le figure professionali delineate nel seguito.
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE NELLA PROGETTAZIONE INNOVATIVA, MODELLAZIONE E SIMULAZIONE VIRTUALE AVANZATA
- Interviene in ambito industriale, con assunzione diretta di responsabilità nei reparti di Ricerca e Sviluppo. Si occupa delle attività di laboratorio, seguendo la sperimentazione su componenti o sistemi, utilizza gli strumenti di misura, anche non convenzionali, impiega metodi di simulazione meccanica, definisce i protocolli e segue le operazioni di collaudo.
- Risulta coinvolto in compiti di modellazione e progettazione impegnativi di componenti, macchine e impianti di produzione relativi ad articoli o prodotti commerciali di elevata complessità nell'ambito delle industrie meccaniche, elettromeccaniche, metalmeccaniche, manifatturiere in genere.
- Modella, analizza e progetta componenti, macchine e impianti di produzione, anche innovativi, relativi ad articoli o prodotti commerciali di elevata complessità nell'ambito delle industrie meccaniche, elettromeccaniche, metalmeccaniche, manifatturiere in genere.
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE NEL DESIGN INDUSTRIALE E NELL'INGEGNERIZZAZIONE DI PRODOTTO
- Segue il prodotto, anche innovativo e complesso, durante tutto il processo produttivo, curando anche gli aspetti morfologici, funzionali, ergonomici, economici ed estetici.
- Pianifica e controlla l'affidabilità e la qualità della produzione e, nel contempo, si preoccupa di garantire l'innovazione e la collocazione nel mercato dei prodotti più avanzati.
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI INDUSTRIALI E DEL TERZIARIO E DEGLI IMPIANTI MECCANICI DI SERVIZIO
- Garantisce la progettazione, la realizzazione, il collaudo e la gestione dei principali impianti convenzionali e non convenzionali, occupandosi della logistica, dell'ottimizzazione della produzione e dei processi in genere.
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE IN MACCHINE A FLUIDO, IN SISTEMI DI PROPULSIONE E DI CONVERSIONE DELL'ENERGIA E IN SISTEMI OLEODINAMICI.
- Risulta in grado di progettare produrre, gestire, occuparsi delle ricadute ambientali di motori a combustione interna, sistemi di propulsione anche innovativi e/o sperimentali e sistemi di conversione dell'energia.
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE IN PROGETTAZIONE FUNZIONALE ORIENATATA ALL'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE
- Si occupa dello studio del comportamento cinematico e dinamico delle macchine automatiche, dell'automazione industriale, dei sistemi biomeccanici e dei dispositivi automatici robotizzati utilizzati negli impianti industriali e nel settore del confezionamento automatico (settori alimentare, farmaceutico, ecc.).
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE DEI PROCESSI TECNOLOGICI E DEI SISTEMI DI PRODUZIONE INNOVATIVI
- Analizza e gestisce sistemi di fabbricazione complessi, scegliendo con competenza i materiali e i trattamenti termici, valutando i costi e introducendo opportune innovazioni, nei processi, nell'attrezzature e nei sistemi di produzione industriali e meccanici.
ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE DI SISTEMI BIOMECCANICI
-Modella e progetta sistemi biomeccanici, utilizzando conoscenze provenienti dai settori tradizionali della formazione.
COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito tecnico-ingegneristico. Può essere necessaria una maggiore specializzazione e capacità di approfondimento in uno o più settori di professionalizzazione.
Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati).
SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Gli ambiti professionali tipici sono quelli dell'innovazione e sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione, sia nelle imprese manifatturiere o di servizi, sia nelle amministrazioni pubbliche. L'attività dei laureati magistrali riguarderà particolarmente:
industrie meccaniche; industrie per l'automazione e la robotica; industrie elettromeccaniche; industrie manifatturiere in generale per la progettazione, la produzione, l'installazione, il collaudo e la gestione di macchine, mezzi di trasporto, linee e reparti di produzione; imprese impiantistiche; aziende ed enti per la produzione e la conversione dell'energia; sistemi complessi. Le province di Bologna e di Forlì-Cesena si collocano all'interno di una delle maggiori concentrazioni di piccole e medie imprese della Nazione. La Regione Emilia Romagna, in genere, è caratterizzata da un sistema industriale estremamente avanzato e fortemente orientato all'internazionalizzazione. Inoltre, il sistema economico regionale si caratterizza per una struttura di servizi tradizionali e avanzati molto sviluppata sia sul fronte del settore privato, sia nella Pubblica Amministrazione. Le competenze fornite dal corso di laurea in Ingegneria Meccanica sono richieste e apprezzate, non solo dall'industria specifica del settore, ma anche da quelle di un'area tecnologica più vasta, quali le aziende del settore elettrico ed elettronico, della gestione dell'energia, del settore alimentare.
I principali sbocchi professionali sono: industrie meccaniche; industrie manifatturiere in generale e per la progettazione, la produzione, l'installazione, il collaudo e la gestione di macchine, mezzi di trasporto, linee e reparti di produzione, impianti e sistemi complessi; imprese impiantistiche; industrie per l'automazione e la robotica; industrie elettromeccaniche; aziende ed enti per la conversione dell'energia.
In particolare, la provincia di Bologna e quelle della Romagna permettono, tra gli altri, i seguenti ambiti occupazionali specifici:
- industrie per la progettazione e lo sviluppo di prodotti ad elevato contenuto tecnologico;
- industrie motociclistiche per la progettazione di moto di elevate prestazioni, anche per il settore gara; industrie
automobilistiche per autovetture di elevate prestazioni, destinate alla media e alta fascia del mercato;
- industrie per l'automazione, la robotica e il "packaging";
- industrie per il confezionamento e la conservazione di prodotti alimentari e farmaceutici; industrie del settore agroalimentare;
- industrie per la progettazione e la produzione di stampi per aziende dei vari settori industriali; fonderie;
- aziende per la realizzazione di trattamenti termici su componenti del settore industriale e meccanico;
- industrie per la produzione e l'installazione di impianti;
- impianti industriali e meccanici di varie tipologie (impianti per il trattamento dei rifiuti, impianti di depurazione, impianti di cogenerazione, ecc.); aziende ed enti per la produzione, la gestione e la conversione dell'energia; enti polifunzionali finalizzati alla gestione dell'energia e per la fornitura di servizi primari a privati e a grandi aziende;
- industrie per la progettazione e la produzione di macchine agricole, movimentazione terra, elevatori, gru, carri ponte, ecc.;
- industrie per la progettazione e la produzione di macchine e impianti per la lavorazione del legno;
- industrie per la produzione di materiali compositi avanzati e la realizzazione dei corrispondenti componenti; industrie ceramiche.
- industrie per la nautica da diporto; cantieri navali in genere;
- industrie per la fornitura e l'assemblaggio di componenti (cambi, motoriduttori, sistemi di alimentazione, sistemi di iniezione, ecc.); industrie per la produzione di elettrodomestici;
- industrie per lo sviluppo di software di ausilio alla progettazione meccanica, al disegno industriale assistito dal calcolatore, alla ingegneria inversa (reverse engineering), alla simulazione virtuale in genere;
- industrie per la realizzazione di macchine di prova e strumenti di misura destinati alla ricerca e alla produzione di massa; industrie per la produzione di macchine utensili;
- industrie del settore della biomeccanica; industrie per la produzione di attrezzature ginniche.

Proseguire gli studi

Il titolo accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e ai master universitari di I e II livello.