Vai alla Homepage del Campus di Ravenna Laurea Magistrale in Ingegneria dei processi e dei sistemi edilizi

Prospettive

Profili professionali

Ingegnere senior dei sistemi edilizi e urbani, specializzato in Gestione del processo edilizio nel recupero di edifici storici .



FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Questa figura professionale è specializzata nella pianificazione, organizzazione, ottimizzazione e controllo dell'esecuzione dei processi di realizzazione di interventi di consolidamento e riqualificazione di edifici storici, per i quali assiste i committenti pubblici o privati nella determinazione dello stato di conservazione, del valore culturale e dei vincoli a cui sono sottoposti i manufatti; nella pianificazione degli interventi di riabilitazione e nella selezione dei relativi esecutori, nel coordinamento e controllo della realizzazione e dei suoi esiti, adottando le procedure prescritte e le metodiche idonee al fine di ottimizzare l'impiego delle risorse e di assicurare il conseguimento dei risultati attesi.

I ruoli che la figura può assumere nel contesto professionale sono:

- Funzionario tecnico dipendente di Pubbliche Amministrazioni che svolgono funzione di Stazione Appaltante per interventi di consolidamento e riabilitazione di edifici storici, col ruolo di assistente del RUP e/o di Assistente del DL;
- Quadro tecnico/Funzionario tecnico dipendente di imprese nel settore della diagnostica e del rilievo, nel settore del consolidamento e recupero di edifici storici e nei settori complementari, col ruolo di assistente del Direttore tecnico;
- Funzionario tecnico presso Enti pubblici o Aziende private che gestiscono parchi immobiliari, impiegato col ruolo di Assistente del Responsabile della manutenzione e gestione immobiliare (Facility Manager);
- Ingegnere per il settore civile e ambientale, svolgendo la propria attività in forma libero-professionale, previo superamento dell'Esame di stato, esercitando le competenze attribuite dalla Legge a tale figura.

La figura professionale si coordina con tecnici della diagnostica e del rilievo; progettisti architettonici e specialisti in restauro, impiantistici e strutturali; economisti della costruzione e preventivisti; giuristi esperti di contrattualistica, di procedure di affidamento e di appalti pubblici; autorità pubbliche che esercitano la tutela e i controllo dell'attività edilizia, in particolare degli edifici storici.

Le principali funzioni che caratterizzano questa figura professionale sono:
- la redazione di studi di fattibilità e programmi di intervento:
- la predisposizione di Documenti preliminari alla progettazione (DPP) e design brief di interventi di riabilitazione di edifici storici;
- la formulazione di bandi per appalti di servizi di diagnostica, di rilievo e di progettazione;
- l'assistenza alla formulazione dei bandi per appalti di lavori e forniture necessari alla realizzazione delle opere;
- la pianificazione e l'esecuzione dei controlli sull'avanzamento dei lavori e sul loro compimento.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, competenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito tecnico-ingegneristico, integrate da competenze complementari di carattere multidisciplinare.
Le competenze specifiche richieste per l'esecuzione dei compiti caratteristici di questa funzione riguardano:
- i principi della contrattualistica pubblica e della normativa sugli appalti pubblici
- le tecniche e gli strumenti di programmazione operativa e di pianificazione strategica delle commesse di opere edili
- le teorie della metaprogettazione e le metodiche di performance design
- l'organizzazione dei processi di realizzazione e delle tecnologie utilizzabili nel consolidamento e riabilitazione dell'edilizia storica
- la regolamentazione di tutela paesaggistico-ambientale e urbanistica, i requisiti normativi di comfort e risparmio energetico negli edifici
- le teorie della conservazione degli edifici storici e la normativa di tutela
- avanzate capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
I principali sbocchi occupazionali, limitatamente quelli per i quali il Corso di Studio fornisce una preparazione utilizzabile nei primi anni di impiego nel mondo del lavoro, comprendono l'assunzione da parte del laureato magistrale dei ruoli di Funzionario tecnico dipendente di Pubbliche Amministrazioni; Funzionario/quadro tecnico dipendente di imprese esecutrici di interventi di consolidamento e recupero di edifici storici; - Funzionario tecnico presso Enti pubblici o Aziende private che gestiscono parchi immobiliari, Ingegnere per il settore civile e ambientale, svolgendo la propria attività in forma libero-professionale.
In relazione alla accentuata settorializzazione dei compiti che si registra nei mercati di sbocco, può rivelarsi necessaria l'acquisizione di ulteriori maggiori specializzazioni in uno o più settori di professionalizzazione, tramite la frequenza di master o corsi post-lauream di alta qualificazione.


Ingegnere senior dei sistemi edilizi e urbani, specializzato in consolidamento e riabilitazione degli edifici storici



FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Questa figura professionale è specializzata nella diagnosi delle condizioni dei manufatti dell'edilizia storica e delle criticità che ne pregiudicano la conservazione, nell'individuazione del valore culturale e dei vincoli cui sono sottoposti e nella concezione, progettazione e direzione dell'esecuzione degli interventi di consolidamento, ripristino e riqualificazione necessari per assicurarne la salvaguardia e l'utilizzo, applicando idonee procedure e metodiche.

Le funzioni che la figura può assumere nel contesto professionale sono:
- Quadro tecnico/Funzionario tecnico di Enti e Aziende pubblici;
- Quadro tecnico/Funzionario tecnico di imprese private di consolidamento e riabilitazione dell'edilizia storica e di settori complementari;
- Quadro tecnico/Funzionario tecnico di imprese private nel settore della diagnostica e del rilievo;
- Previo superamento dell'Esame di stato, può svolgere attività professionale quale Ingegnere nei settori civile e ambientale, esercitando le competenze attribuite dalla Legge a tale figura.

Per lo svolgimento dei compiti richiesti da tale funzione, questa figura professionale si coordina con tecnici della diagnostica e del rilievo; progettisti architettonici e specialisti restauratori e impiantisti; autorità pubbliche che esercitano il controllo dell'attività edilizia e la tutela degli edifici storici.

Le principali attività che caratterizzano questa figura professionale sono la redazione di accurate diagnosi delle condizioni di conservazione e delle prestazioni funzionali e di affidabilità degli edifici storici, la predisposizione di studi di fattibilità di interventi di consolidamento e ripristino di edifici storici coerenti con le prescrizioni di tutela, la progettazione degli interventi, la direzione della loro esecuzione e la verifica della loro efficacia, al fine di assicurare la salvaguardia dei manufatti e di consentirne l'utilizzo, nel rispetto delle prescrizioni normative.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, competenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito tecnico-ingegneristico, integrate da competenze complementari di carattere multidisciplinare. Le competenze specifiche richieste per l'esecuzione dei compiti caratteristici di questa funzione riguardano:
- l'analisi critica del manufatto storico, in grado di coglierne il valore culturale, gli elementi meritevoli di salvaguardia e i vincoli di tutela a cui è assoggettato
- il rilievo accurato delle caratteristiche dell'edificio storico in tutte le sue componenti e la diagnosi delle condizioni di conservazione e della affidabilità strutturale, la modellazione del suo comportamento in risposta alle sollecitazioni.
- l'individuazione degli interventi di consolidamento e riabilitazione necessari ad assicurare la salvaguardia dei manufatti ed a consentirne l'utilizzo, l'organizzazione dei relativi processi di realizzazione e la selezione delle tecnologie utilizzabili
- la progettazione degli interventi, la sorveglianza sulla loro esecuzione e la verifica della loro efficacia
- avanzate capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
I principali sbocchi occupazionali, limitatamente quelli per i quali il Corso di Studio fornisce una preparazione utilizzabile nei primi anni di impiego nel mondo del lavoro, comprendono l'assunzione da parte del laureato magistrale dei seguenti ruoli:

- Come dipendente di Enti o Aziende pubbliche: assistente del RUP, assistente del Direttore lavori;
- Come dipendente di Aziende private nei settori della diagnostica, rilievo, consolidamento e riabilitazione dell'edilizia storica: assistente del Direttore tecnico;
- Nell'ambito dell'attività libero-professionale: Ingegnere nei settori civile e ambientale (previo superamento dell'Esame di stato.

In relazione alla accentuata settorializzazione dei compiti che si registra nei mercati di sbocco, può rivelarsi necessaria l'acquisizione di ulteriori maggiori specializzazioni in uno o più settori di professionalizzazione, tramite la frequenza di master o corsi post-lauream di alta qualificazione.


Proseguire gli studi

Il titolo dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e ai master universitari di I e II livello.