Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Italianistica, culture letterarie europee, scienze linguistiche

Prospettive

Profili professionali

Funzionario culturale



FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Funzionario culturale acquisisce, valuta e garantisce la conservazione di artefatti di interesse sociale, storico, culturale e artistico, anche attraverso attività di promozione.
La figura professionale del Funzionario culturale:
- partecipa all'organizzazione di istituzioni e attività culturali (eventi, musei, esposizioni) e ne cura la promozione;
- elabora e coordina progetti, attività e indagini nei settori linguistico-culturali nell'ambito delle politiche linguistiche e di integrazione, anche a livello europeo e internazionale.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilità nello svolgimento delle attività, e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesto al laureato di acquisire ulteriori competenze mediante corsi professionalizzanti post-Iauream, master universitari di I o II livello, stage e tirocini.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito socio-umanistico;
- capacità di selezione e promozione di attività culturali di rilievo in senso assoluto e in relazione al contesto socio-culturale nel quale si opera;
- competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti/utenti);
- capacità di operare in contesti internazionali e di comprendere gli aspetti multiculturali delle culture europee ed extra-europee.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Enti, aziende, istituzioni pubbliche, private e del terzo settore (incluse le Fondazioni) che conservano, valorizzano e promuovono il patrimonio culturale, artistico, letterario e linguistico, organizzano eventi e attività culturali pubbliche.

I laureati che avranno i crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento.



Redattore



FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Redattore applica le conoscenze in materia linguistica, letteraria e culturale per la creazione e la revisione critica di testi da pubblicare (cartacei, audiovisivi, multimediali).

La figura del Redattore:
- svolge attività di vario tipo nel mondo dell' editoria (tradizionale e online);
- redige testi informativi e pubblicitari di beni e servizi da diffondere a mezzo stampa, radiotelevisione e altri mezzi di comunicazione mediatica;
- esercita professionalmente le proprie capacità di scrittura in campo giornalistico, editoriale e pubblicitario;
- conduce consulenze per la realizzazione di manuali, guide, appendici tecniche, fogli promozionali, testi informativi, libretti di istruzione per beni di consumo, macchine, prodotti e attrezzature artigianali, industriali e commerciali.
Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilità nello svolgimento delle attività elencate, e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesto al laureato di acquisire ulteriori competenze mediante corsi professionalizzanti post-Iauream, master universitari di I o II livello, stage e tirocini.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito socio-umanistico;
- specializzazioni comunicative e capacità di approfondimento in uno o più settori professionali;
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo;
- competenze trasversali di tipo relazionale, gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e di responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti/utenti).


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende del settore dell'editoria, del giornalismo, della pubblicità e della scrittura professionale, redazionale e giornalistica, italiane e internazionali, inclusa l'editoria online/web.

I laureati che avranno i crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l' insegnamento.



Lessicografo



FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Lessicografo conduce ricerche e studi sulle grammatiche ed i vocaboli, e indaga le interazioni fra linguistica e ICT.

La figura del Lessicografo:
- coordina progetti e attività nel settore degli studi lessicografici e grammaticali;
- collabora alla realizzazione di dizionari e opere di contenuto lessicografico, vocabolari e manuali linguistici, svolgendo indagini e ricerche specialistiche, compilando lemmi e voci;
- opera nel settore delle attività linguistico-informatiche, con particolare riferimento al trattamento di dati empirici e alla loro elaborazione e comunicazione.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilità nello svolgimento delle attività elencate, e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesto al laureato di acquisire ulteriori competenze mediante stage e tirocini.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito linguistico e socio-umanistico;
- specializzazione e capacità di approfondimento in uno o più settori professionali;
- adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo- gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti/utenti).


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- impiegato di concetto e libero professionista/consulente presso aziende pubbliche, private e del terzo settore produttrici di dizionari, manuali, risorse elettroniche nei settori tradizionali dell'editoria e in quelli innovativi online;
- aziende specializzate nel trattamento automatico delle lingue.

I laureati che avranno i crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento.



Scrittore / Saggista



FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Lo Scrittore / Saggista concepisce, scrive e rende disponibili al pubblico opere professionali di natura creativa e argomentativa.

La figura dello Scrittore / Saggista:
- produce testi per l' editoria cartacea, on line e di ogni altra possibile tipologia come scrittore autonomo;
- scrive testi di propria invenzione per le case editrici tradizionali e online, nazionali e internazionali, rivolgendosi a un pubblico generico o specifico (per esempio gli insegnanti e gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado; gli studenti e i docenti universitari; utenti ed esperti di vari settori culturali; comunicatori e mediatori internazionali).

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilità nello svolgimento delle attività elencate, e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesto al laureato di acquisire ulteriori competenze mediante corsi professionalizzanti post-Iauream.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- conosce le esigenze del mondo della cultura nazionale e internazionale nelle sue varie articolazioni;
- sa scrivere in maniera chiara, precisa e persuasiva, comunica con professionalità e originalità;
- sa costruire testi semplici e complessi, da articoli di giornale e saggi brevi a libri e opere in più volumi.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Come libero professionista propone le proprie opere a case editrici, aziende editoriali, giornali e periodici, istituzioni ed enti che abbiano necessità di comunicare col pubblico attraverso testi cartacei, audiovisivi, televisivi, elettronici, multimediali, di ogni tipo.
I laureati che avranno i crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento.




Proseguire gli studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola dispecializzazione) e master universitario di secondo livello.