Vai alla Homepage del Campus di Rimini Laurea in Culture e pratiche della moda

Scelta dell’argomento, redazione e consegna dell'elaborato finale

L'approvazione dell'elaborato finale da parte del relatore avverrà solo se il lavoro risulterà adeguatamente impostato e parzialmente svolto secondo i criteri stabiliti dal docente stesso.

Scelta e proposta dell'argomento

Per laurearti devi proporre un argomento a un professore, scelto fra i docenti del tuo Corso, che valuterà la congruità della tua proposta in relazione al piano di studi. A tal fine i potenziali laureandi sono vivamente consigliati di prendere contatto per tempo con il docente con il quale intendono svolgere la prova finale, e comunque anche prima di avere sostenuto tutti gli esami regolari, per favorire una corretta e adeguata progettazione dell’elaborato finale. 
Gli elaborati finali possono essere sottoposti al vaglio di uno specifico software antiplagio (Turnitin) per intercettare passi (da singole frasi a interi capitoli) dell'elaborato finale copiati da Internet. Si raccomanda quindi ai laureandi la massima cura nell'evitare equivoci: ogni citazione va debitamente dichiarata e documentata sin dalla prima presentazione in bozze del lavoro al relatore.  Se in qualunque fase del lavoro dovessero riscontrarsi scorrettezze il laureando verrà invitato a presentarsi alla sessione successiva.        
Per quanto riguarda le informazioni redazionali i laureandi possono chiedere indicazioni ai propri relatori oppure possono consultare i siti web dei docenti.

Tipologia di elaborati

Elaborato finale classico scritto

L'elaborato classico scritto dovrà essere di un minimo di 60000 e un massimo di 100000 caratteri, inclusi spazi e note (equivalente, cioè, a 30-50 cartelle di 2000 battute l'una), bibliografia e immagini escluse. Per questa tipologia di elaborato è prevista l'attribuzione di un massimo di tre punti. Il massimo del punteggio sarà attribuito a testi scritti comprovanti originalità di riflessione, perfezione formale ed espositiva, autonomia di lavoro.

Elaborato finale Pratico Progettuale 

Approfondimenti bibliografici tramite recensione/commento critico, percorsi di analisi/sviluppi progettuali supportati da strumenti informatici, audiovisivi e multimediali. Per questa tipologia di elaborato sarà comunque richiesta la consegna di una mappa concettuale o di un breve abstract che presentino il progetto (max 8-10 cartelle). 
Per questo tipo di elaborato è prevista l'attribuzione di un massimo di tre punti.

Elaborato finale sperimentale

Nel caso in cui uno studente, avendo sostenuto tutti gli esami, avesse acquisito una media tale da determinare un punteggio di base per il voto finale uguale o superiore a 105/110, potrà fare domanda al Coordinatore del Corso di Studio per svolgere una tesi di carattere sperimentale, tale da consentirgli di aspirare a raggiungere il massimo dei voti (110). Tale domanda (modulo in allegato) andrà controfirmata dal docente che seguirà il lavoro come relatore.
In questo caso la tesi:
- si configurerà come un progetto di ricerca originale, redatto seguendo una precisa metodologia di analisi;
- potrà superare il numero di battute previsto al punto 3, fino a un massimo di 200000 caratteri;
- dovrà essere discussa entro le due sessioni di laurea successive alla data di superamento dell'ultimo esame (in caso contrario la sottocommissione non potrà attribuire un punteggio superiore a quello già indicato per le tesi standard).

Consegna della prova finale

L'elaborato finale si consegna effettuandone l’upload online in formato pfd tramite Studenti Online.
Grazie a questa novità non sarà più necessario consegnare le copie cartacee dell'elaborato nelle segreterie ed al proprio relatore.
Lo studente tuttavia può concordare con il relatore la consegna di una copia cartacea dell’elaborato.