Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Comunicazione giornalistica, pubblica e d'impresa

Tirocini curriculari

Tirocini curricolari e tirocini post-laurea

Indicazioni valide solo per gli studenti iscritti nell'A.A. 2020/21 al secondo anno della LM 8840

Tirocinio curricolare 

Il tirocinio curricolare 8 CFU è presente nel piano didattico del Corso di Studio fra le attività di tipo F previste al II anno, selezionabile in alternativa all'attività laboratoriale. 

Dove si può svolgere il tirocinio 

Presso aziende o enti convenzionati con l'Università di Bolognasia in Italia sia all'estero, oppureall'interno dell'Ateneo (presso centri di ricerca, dipartimenti, aree amministrative, ecc.).  

Il tirocinio non può essere svolto presso una struttura in cui il responsabile legale, il socio o il dirigente responsabile abbiano legami di parentela o affinità entro il 2° grado con lo studente richiedente.  

Durata 

Il tirocinio curricolare ha una durata di 200 ore, da svolgersi al massimo nell'arco di 6 mesi, e per non più di 40 ore settimanali. 
A fronte di motivata richiesta da parte del tirocinante, il monte ore può aumentare fino a raggiungere al massimo il 20% in più rispetto alle 200 ore previste. Se la struttura ospitante richiede per il tirocinio un numero di ore superiore a 200 + 20% (240 ore), occorre che essa individui una modalità alternativa ad esempio rivolgendosi al Centro per l’impiego di riferimento territoriale.  

Come avviene la candidatura 

Ci si collega all'applicativo tirocini accedendo con le proprie credenziali, cercando nella sezione ”aziende” oppure “offerte”  una proposta che sembri corrispondere alla propria esigenza formativa e per la quale si deve quindi inserire la propria auto-candidatura, allegando il CV e indicando come Tutor docente o la prof. Pina Lalli o il prof. Augusto Valeriani, senza necessità di contattarli. 
Se l'azienda sarà interessata vi risponderà. Altrimenti occorrerà provare con un’altra auto-candidatura. Il feedback da parte dell’azienda non dipende dal Corso di Studio, ma dai tempi e modi con cui l’azienda ritiene di reclutare i tirocinanti curricolari. 
 

Cosa fare se la candidatura viene accettata dall'azienda 

Se l’azienda accetta la vostra candidatura, dovrete:  
1) scaricare il programma di tirocinio proposto dall’azienda direttamente dalla homepage dell'applicativo 
2) acquisire la firma del referente della struttura ospitante 
3)  fare l'upload del programma insieme ad una copia del documento d'identità del referente che firma (in un unico file) (se la sede ospitante è presso l’Ateneo non occorre il documento d’identità del referente) 
4) attendere l'approvazione del tutor docente e la validazione dell'Ufficio Tirocini di filiera 
5) scaricare il Registro Presenze.  

Soltanto a questo punto il tirocinio curricolare può iniziare.  

NOTA BENE: Sebbene sia possibile presentare autocandidatura prima della compilazione del piano di studio, la validazione e l’approvazione possono avvenire soltanto dopo che il tirocinio curricolare sia stato inserito in piano di studio. Pertanto il tirocinio non potrà iniziare in data antecedente alla compilazione del piano di studio. 

Corso sulla sicurezza 

L’attività di tirocinio comporta l'obbligo di seguire il Corso on line su Sicurezza e Salute sui luoghi di lavoro e di ricerca. 

Approvazione tutor docente 

L’applicativo online informa della vostra proposta di tirocinio tutor docente e Commissione tirocini, che verificano l'effettiva congruenza formativa con gli obiettivi del Corso di Studio per decidere se approvarla, richiedere eventuali modifiche o contattare lo studente o l’azienda per chiarimenti, o respingerla. Tale approvazione – lo ribadiamo – potrà avvenire soltanto dopo l’avvenuta compilazione del piano di studio. 

NOTA BENE: In nessun caso il tirocinio può avere inizio se non è stata completata tutta la suddetta procedura; il tirocinio può essere svolto esclusivamente nel periodo compreso tra le date di inizio/fine riportate nel modulo di programma e sul registro presenze. 

 

Durante il tirocinio 

Annotare sul Registro presenze i giorni, le ore di presenza (non più di 200! Salvo richiesta di deroga al 20% in più = 240 ore) e le attività svolte presso il soggetto ospitante. 
Se ci sono problemi o situazioni eventuali di non coerenza con il programma formativo concordato è indispensabile segnalarlo tempestivamente ai docenti tutor (P. Lalli o A. Valeriani), che valuterà con voi la situazione. 
N.B. Se si interrompe per una qualunque ragione un tirocinio, o se la valutazione del tirocinio è negativa da parte dell’azienda, per acquisire i CFU relativi occorrerà in ogni caso iniziarne un altro di 200 ore. 

Verbalizzazione del tirocinio 

Per la verbalizzazione del tirocinio lo studente dovrà:  
a) caricare nell’applicativo online il registro presenze firmato in tutte le sue parti e timbrato 
b) compilare il questionario online 
c) chiedere al tutor aziendale di compilare a sua volta il questionario online previsto per l’azienda.  
Occorre quindi a questo punto attendere la sua validazione dall'Ufficio Tirocinio e verificare se, a validazione avvenuta nell'applicativo, uno dei due docenti referenti abbia verbalizzato l'attività su AlmaEsami. Solo se, trascorsi almeno 15 gg. dalla data di validazione, la verbalizzazione non è ancora avvenuta, ci si può rivolgere ad uno dei due docenti per segnalare la richiesta di verbalizzazione. Se necessario incontrarvi per problemi relativi al vostro tirocinio i docenti referenti possono convocarvi per parlare con voi in orario di ricevimento. 

 

Copertura assicurativa 

L'Università di Bologna garantisce la copertura assicurativa contro gli infortuni sul lavoro, nonché per la responsabilità civile, presso compagnie assicurative operanti nel settore. Nel caso di trasferte presso sedi o strutture non indicate nel programma di tirocinio curriculare già approvato, si può richiedere l’estensione delle coperture assicurative durante il tirocinio, purché le trasferte siano comunque coerenti con gli obiettivi del tirocinio. 

La copertura assicurativa è garantita solo durante il periodo approvato sul Programma di tirocinio. Le ore di tirocinio che fossero impropriamente svolte prima o dopo della data di inizio e termine approvate non hanno quindi copertura assicurativa né fanno parte in nessun caso del monte ore necessario all'acquisizione degli 8 CFU previsti dal piano didattico.  

 

Proroga e interruzione del periodo di tirocinio curriculare 

Proroga 

E' possibile prorogare il periodo previsto nel Programma di tirocinio approvato solo se lo studente non è riuscito a raggiungere il minimo delle 200 ore stabilito per ottenere i crediti previsti dal piano didattico. La proroga, che deve contenere tutti i dati anagrafici del tirocinante, l’indicazione del tutor docente universitario e le date di inizio e termine (prevista ed effettiva) del tirocinio, va comunicata dall’azienda tassativamente entro la data prevista di conclusione del tirocinio, via e-mail, all'Ufficio tirocini: spbo.tirocini@unibo.it 

N.B. in nessun caso il tirocinio potrà durare più di sei mesi. 

Interruzione 
E' possibile interrompere il tirocinio curriculare per qualsiasi motivo. 

L’ interruzione, che deve contenere tutti i dati anagrafici del tirocinante, l’indicazione del tutor universitario e le date di inizio e termine (prevista ed effettiva) del tirocinio, va comunicata dall’Ente, tassativamente entro la data prevista di conclusione del tirocinio,  via e-mail, all'Ufficio tirocini: spbo.tirocini@unibo.it 

Dopo l'interruzione lo studente dovrà iniziare il tirocinio curricolare presso altra struttura e non potrà farsi riconoscere le ore fatte in precedenza. 

Cosa fare se si intende realizzare un tirocinio in un'azienda non convenzionata 

L'azienda/ente può proporre la convenzione presentando la propria offerta di tirocinio, registrandosi nell'apposita sezione del portale di ateneo: in tal caso occorre attendere l'approvazione della convenzione prima di poter presentare auto-candidatura e richiedere l'accettazione del tirocinio. Si ricorda che le modalità e i tempi per la stipula di una convenzione non sono brevissimi e che di solito occorrono da 1 a 3 mesi. 

 

Richiesta di riconoscimento del tirocinio 

E’ possibile, in casi particolari, richiedere il riconoscimento  del tirocinio curricolare per un’attività lavorativa congruente  con gli obiettivi formativi del corso di studio e di durata almeno pari alle ore del tirocinio. 

Per chiedere il riconoscimento occorre compilare e presentare l’apposito modulo di domanda (in allegato alla pagina) all'Ufficio Tirocini (spbo.tirocini@unibo.it). L'Ufficio istruirà la pratica chiedendo eventuali integrazioni documentali. Sarà poi la Commissione tirocini (Prof. Pina Lalli e Augusto Valeriani), dopo aver verificato l’ammissibilità della richiesta e la regolarità della documentazione, ad esprimere parere positivo o negativo. Il parere sarà portato in Consiglio di Corso di Studio a cui spetta di deliberare in merito. Se il Consiglio delibererà il riconoscimento, lo studente avrà ottenuto il riconoscimento e vedrà “Rc” (Riconosciuto) nella sua carriera. 

 

Tirocini all'estero 

Oltre alle normali procedure, i laureandi e gli studenti possono partecipare anche a particolari programmi per trascorrere un periodo di formazione professionale all'estero, attraverso ad esempio programmi come il MAE-CRUI o, più in particolare, il programma di scambio Erasmus+ mobilità tirocini che prevede un apposito LearningAgreement for Traineeship per la procedura di riconoscimento curricolare (come avviene con l’Erasmus+ studio). 

Tirocini formativi e di orientamento post laurea  

Si rinvia alla pagina informativa di Ateneo: sono tirocini soggetti a normative nazionali e regionali, che possono subire progressivi aggiornamenti.  

In ogni caso, precisiamo che l’Ufficio Tirocini dell’Ateneo di Bologna gestisce esclusivamente i tirocini post laurea con sede di svolgimento in Emilia-Romagna. 

Da parte sua, il Corso di Studio, quando riceve informazioni su opportunità rivolte ai suoi neolaureati le inserisce a seconda dei casi nel Gruppo LInkedIn Com.pass, in appositi Avvisi sulla pagina del Corso di Studio o nell'account Twitter @compassunibo. Se desiderate tenervi informati stay tuned e iscrivetevi ai nostri canali social. 

Altre forme di tirocinio non curricolare previste dalla normativa vigente sono gestite dai Centri per l’impiego. 

Per informazioni rivolte ai giovani sulle opportunità in Emilia-Romagna, si può consultare fra gli altri l’apposita sezione del portale GiovaZoom della Regione Emilia-Romagna.