Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Fisica del sistema terra

Prospettive

Profili professionali

Fisico del Sistema Terra

Funzione in un contesto di lavoro

Ruolo: Ricercatore

- sviluppo di ricerche nell'ambito di progetti rivolti allo studio integrato del “sistema Terra”, nelle sue diverse componenti ed interazioni;
- sviluppo di applicazioni a settori fortemente interdisciplinari quali: la pianificazione del territorio e la valutazione dei rischi che nascono dalle interazioni fra le diverse componenti (solida e fluida) della Terra.
- gestione, sviluppo e analisi di data base (geodetici, geomagnetici, gravimetrici, mareografici, climatici etc.) ottenuti da satelliti artificiali, reti di monitoraggio e campagne di telerilevamento;
- caratterizzazione quantitativa dei fenomeni studiati in termini di modelli fisico-matematici e statistici.
- ricerche di oceanografia globale (sviluppo di modelli di circolazione oceanica generale, accoppiamento con modelli biogeochimici);
- ricerche di oceanografia operativa (controllo di qualità dei dati in situ e da satellite, utilizzo di modelli numerici per lo studio di dinamiche regionali con eventuale accoppiamento a modelli di ecosistema marino, produzione di previsioni etc.);
- valutazione di impatti dei cambiamenti globali sugli ecosistemi e sulle attività umane.

Competenze associate alla funzione

- conoscenza dei processi fisici e chimici che governano i flussi geofisici e i fenomeni geodinamici su varie scale spazio-temporali in particolare le variazioni del livello marino;
- conoscenze dei metodi di valutazione del rischio da maremoti indotti da terremoti, frane e eruzioni vulcaniche;
- conoscenza delle tecniche di misura dei parametri geofisici e atmosferici;
- conoscenza delle tecniche di modellistica e simulazione numerica e delle tecniche statistiche di assimilazione dati;
- conoscenza delle tecniche statistiche univariate e multivariate;
- competenze trasversali: conoscenza delle tecniche di programmazione con linguaggi evoluti; abilità nella comunicazione, capacità di lavorare in gruppi multidisciplinari.

Sbocchi occupazionali

- Università ed Enti e Centri di ricerca pubblici e privati;
- Sistema nazionale dei Centri Funzionali regionali di supporto alla Protezione Civile e alla difesa del suolo e dei litorali;
- Sistema degli enti locali (regioni, province, comuni e comunità montane, autorità di bacino) e delle loro strutture tecniche di protezione civile: difesa del suolo, valutazioni di rischio geodinamico e idro-geologico e monitoraggio, prevenzione e protezione dell’ambiente;
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione;
- Aziende che costruiscono strumenti di misura meteorologici e geofisici;
- Aziende che producono software per la gestione di reti di misura;
- Centri di elaborazione e modellizzazione di dati meteorologici e geofisici.
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione;
- Enti di cooperazione internazionale nel settore della meteorologia, climatologia, sismologia, geodesia oceanografia.

Meteorologo

Funzione in un contesto di lavoro

Ruolo: Ricercatore o Tecnologo

- monitoraggio delle condizioni meteo, analisi e previsioni;
- analisi e interpretazione di carte sinottiche;
- elaborazione, analisi ed interpretazione di dati meteorologici telerilevati (radar e satelliti);
- ricerca e sviluppo nei campi sopra descritti.

Competenze associate alla funzione

- comprensione dei processi e dei fenomeni atmosferici e loro integrazione in modelli numerici;
- conoscenza della modellistica numerica, e relativi punti di forza e debolezza;
- conoscenza delle tecniche di remote sensing attivo e passivo;
- competenze trasversali: conoscenza delle tecniche di programmazione con linguaggi evoluti; abilità nella comunicazione, capacità di lavorare in gruppi multidisciplinari.

Sbocchi occupazionali

- Università ed Enti e Centri di ricerca pubblici e privati;
- Sistema nazionale dei Centri Funzionali regionali di supporto alla Protezione Civile e alla difesa del suolo;
-Servizio Meteorologico Nazionale e sistema nazionale delle Agenzie Ambientali, sia nella componente meteo-idrologica, sia nella componente di meteorologia e modellistica a supporto della qualità dell’aria;
- Sistema degli enti locali (regioni, province, comuni e comunità montane, autorità di bacino) e delle loro strutture tecniche di protezione civile: difesa del suolo e valutazione di rischio idro-geologico;
- Aziende che costruiscono strumenti di misura meteorologici;
- Aziende che producono software per la gestione di reti di misura;
- Centri di elaborazione e modellizzazione di dati meteorologici.
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione;
- Enti di cooperazione internazionale nel settore della meteorologia, climatologia.

Fisico dell’Interno della Terra

Funzione in un contesto di lavoro

Ruolo: Ricercatore o Tecnologo

- monitoraggio dell’attività sismica tramite l’utilizzo di reti globali e locali;
- caratterizzazione delle strutture elastiche del sottosuolo;
- studio delle sorgenti sismiche e vulcaniche tramite distribuzioni di sismicità, dati geodetici, geotermici, gravimetrici, idrogeologici, magnetici, etc.;
- valutazione di pericolosità sismica e vulcanica;
- caratterizzazione quantitativa dei processi sismici, vulcanici e geotermici in termini di modelli fisico-matematici.

Competenze associate alla funzione

- conoscenza dei processi e dei fenomeni geodinamici rilevanti per l’attività sismica e vulcanica;
- capacità di realizzare misure dei principali parametri geofisici in campo e in laboratorio;
- conoscenza delle metodologie per l’inferenza di parametri di interesse geofisico da dati satellitari;
- conoscenza di tecniche di prospezione per inferire le proprietà del sottosuolo;
- conoscenza di tecniche di inversione per inferire le caratteristiche fisiche delle sorgenti sismiche e vulcaniche;
- conoscenze delle metodologie per la stima della pericolosità sismica e vulcanica;
- conoscenza delle tecniche statistiche univariate e multivariate;
- competenze trasversali: conoscenza delle tecniche di programmazione con linguaggi evoluti; abilità nella comunicazione, capacità di lavorare in gruppi multidisciplinari.

Sbocchi occupazionali

- Università ed Enti e Centri di ricerca pubblici e privati;
- Sistema nazionale dei Centri Funzionali regionali di supporto alla Protezione Civile e alla difesa del suolo;
- Sistema degli enti locali (regioni, province, comuni e comunità montane, autorità di bacino) e delle loro strutture tecniche di protezione civile: difesa del suolo, valutazioni di rischio sismico, vulcanico e monitoraggio, prevenzione e protezione dell’ambiente;
- Aziende che costruiscono strumenti di misura geofisici;
- Aziende che producono software per la gestione di reti di misura;
- Centri di elaborazione e modellizzazione di dati geofisici.
- Aziende ad alto contenuto tecnologico per la individuazione e lo sfruttamento delle risorse minerarie e naturali;
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione;
- Enti di cooperazione internazionale nel settore della sismologia, geodesia e vulcanologia.

Geofisico ambientale

Funzione in un contesto di lavoro

Ruolo: Tecnologo

- caratterizzazione fisica di suolo e sottosuolo anche ai fini dello sfruttamento delle risorse naturali (energia geotermica, acquiferi, idrocarburi);
- monitoraggio delle frane e di altri fenomeni di dissesto idrogeologico (es. carsismo, cavità, intrusione salina, etc.);
- monitoraggio di inquinanti in suoli e falde, individuazione, controllo e monitoraggio di discariche e/o siti contaminati;
- indagini geofisiche non invasive in aree urbane.

Competenze associate alla funzione

- Conoscenza dei metodi di prospezione sismica, geoelettrica, georadar, magnetotellurica, etc.;
- Conoscenze di tecniche di inversione tomografica di dati geofisici di esplorazione;
- Comprensione e modellistica dei fenomeni ambientali nell’interfaccia aria- suolo-sottosuolo;
- Conoscenza di metodi e tecniche per l’analisi statistica di dati geofisici ed ambientali.
- Competenze trasversali: abilità nell’interazione con i computer; abilità nella comunicazione, capacità di lavorare in gruppi multidisciplinari e di relazionarsi con utenti inesperti.

Sbocchi occupazionali

- Università ed Enti e Centri di ricerca pubblici e privati;
- Sistema nazionale dei Centri Funzionali regionali di supporto alla Protezione Civile e alla difesa del suolo;
- Sistema degli enti locali (regioni, province, comuni e comunità montane, autorità di bacino) e delle loro strutture tecniche di protezione civile: difesa del suolo, valutazioni di rischio sismico, vulcanico, idro-geologico e monitoraggio, prevenzione e protezione dell’ambiente;
- Aziende che costruiscono strumenti di misura geofisici;
- Aziende che producono software per la gestione di reti di misura;
- Centri di elaborazione e modellizzazione di dati geofisici.
- Aziende ad alto contenuto tecnologico per la individuazione e lo sfruttamento dell’energia geotermica e delle risorse minerarie e naturali;
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione.

Fisico dell’atmosfera

Funzione in un contesto di lavoro

Ruolo: Ricercatore o Tecnologo

- elaborazione, analisi ed interpretazione di dati meteo e telerilevati (radar e satellitari);
- sviluppo di algoritmi e metodiche per il sondaggio dei processi atmosferici;
- ricerche su dinamica dell’atmosfera, interazione tra radiazione, gas, nubi e aerosol;
- gestione e sviluppo di data-base climatici e sviluppo di scenari climatologici anche a scala locale;
- valutazione di impatti del cambiamento climatico sugli ecosistemi e sulle attività umane;
- monitoraggio e modellistica della dispersione degli inquinamenti gassosi nell'atmosfera.

Competenze associate alla funzione

-conoscenza dei fenomeni atmosferici e degli aspetti sperimentali per la loro osservazione;
- conoscenza della climatologia dinamica alla scala globale e alla mesoscala;
- conoscenza delle tecnologie di remote sensing attivo e passivo;
- conoscenza dei modelli numerici della dispersione e dei processi di trasformazione degli inquinanti gassosi nell'atmosfera;
- conoscenza delle tecniche statistiche univariate e multivariate;
- competenze trasversali: conoscenza delle tecniche di programmazione con linguaggi evoluti, capacità di lavorare in gruppi multidisciplinari.

Sbocchi occupazionali

-conoscenza dei fenomeni atmosferici e degli aspetti sperimentali per la loro osservazione;
- conoscenza della climatologia dinamica alla scala globale e alla mesoscala;
- conoscenza delle tecnologie di remote sensing attivo e passivo;
- conoscenza dei modelli numerici della dispersione e dei processi di trasformazione degli inquinanti gassosi nell'atmosfera;
- conoscenza delle tecniche statistiche univariate e multivariate;
- competenze trasversali: conoscenza delle tecniche di programmazione con linguaggi evoluti, capacità di lavorare in gruppi multidisciplinari.

Proseguire gli studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.