Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza

Tirocinio

Il tirocinio curriculare è un’attività formativa che consente di acquisire crediti previsti nel Piano di studi ed è un’occasione per acquisire competenze pratiche e favorire un primo contatto col mondo del lavoro.

Che cos'è

Il tirocinio è un’esperienza pratica di completamento della formazione universitaria presso aziende, enti o strutture universitarie.

Le tipologie previste dal corso

Il corso prevede:

  • Tirocinio curriculare - da selezionare nel tuo piano di studi tra gli insegnamenti a libera scelta del quinto anno - da 8 CFU corrispondenti a 200 ore di attività.
  • Tirocinio in preparazione della prova finale
  • Tirocinio in preparazione della prova finale all'estero - un'attività formativa facoltativa finalizzata alla preparazione della tesi - da 12 CFU corrispondenti a 300 ore di attività.

 

A chi è rivolto il Tirocinio

Se sei uno studente iscritto al V anno, puoi svolgere un'esperienza pratica, con l'attribuzione di 8 crediti formativi relativi alle attività formative a scelta dello studente. 

Il tirocinio può essere svolto presso gli enti giudiziari, para giudiziari e dipendenti dal Ministero della Giustizia mediante la partecipazione al bando semestrale pubblicato dal Dipartimento di Scienze giuridiche. Il bando determina i requisiti di ammissione, le modalità di presentazione della domanda e i criteri di selezione per l'assegnazione del tirocinio e della sede.

In alternativa il tirocinio potrà essere svolto anche presso altre strutture tra le quali:

  • Uffici legali di imprese pubbliche e private 
  • Studi legali e Studi notarili
  • Associazioni
  • Enti pubblici e enti pubblici territoriali
  • Sindacati
  • Consorzi

Per attivare questa seconda modalità devi chiedere all’ufficio tirocini il nulla osta preventivo della Commissione.

Se sei iscritto al Piano di studio individuale in Diritto italo-francese puoi svolgere un tirocinio esclusivamente al V anno e soltanto durante il periodo di soggiorno in Francia; tale tirocinio potrà essere riconosciuto in carriera come crediti non utili al conseguimento del titolo (o crediti extra). Per poter attivare il tirocinio è necessario inviare all'indirizzo giuri.tirocini@unibo.it una richiesta contenente la descrizione del tipo di attività svolta, la struttura organizzativa, il nominativo del referente e i contatti del medesimo. Il progetto di tirocinio sarà sottoposto alla valutazione del responsabile didattico del piano di studi.

Quando puoi presentare la richiesta

  • Tirocinio mediante partecipazione a bando 

Il bando viene pubblicato 2 volte l’anno, nel mese di giugno per i tirocini da svolgersi nel periodo compreso tra settembre e febbraio (I ciclo), nel mese di gennaio per quelli da svolgersi tra marzo e luglio (II ciclo).

  • Tirocinio presso altre strutture

Il tirocinio curriculare può essere attivato in qualsiasi periodo dell'anno esclusivamente tramite l’applicativo Tirocini online.

  • Tirocinio in preparazione della prova finale in Italia o all'estero

Per il tirocinio in preparazione della prova finale in Italia o all'estero, se hai già concordato un argomento di tesi con un relatore, dovrai richiedere all’Ufficio Tirocini l’inserimento dell’attività nel piano di studi (a prescindere dalle finestre di apertura dei piani) inviando via mail il modulo in allegato compilato e firmato.

ATTENZIONE: per svolgere il tirocinio devi averlo inserito nel piano di studi nelle finestre di compilazione previste. Eventuali deroghe saranno indicate nel bando.

Commissione Tirocini:

Prof. Luca Mezzetti

Prof.ssa Nicoletta Sarti

Prof.ssa Elena Ferioli

Prof.ssa Simona Tarozzi

Prof. Thomas Tassani

 

Le possibilità che hai di svolgere il tirocinio

La prima cosa da fare è preparare una candidatura efficace composta da cv e lettera motivazionale. Puoi utilizzare i servizi di Ateneo e i laboratori specifici.

Ricordati che il tirocinio non può essere svolto presso una struttura in cui il responsabile legale, il socio o il dirigente responsabile abbia legami di parentela o affinità entro il 2° grado con te.

Come trovare l’opportunità giusta per te

Tirocinio mediante partecipazione a bando 

La sede del tirocinio è assegnata dalla commissione; potrai indicare 3 preferenze tra le sedi in elenco: Archivio Notarile Distrettuale di Bologna, Avvocatura Distrettuale dello Stato di Bologna, Commissione territoriale per la protezione Internazionale, Commissione Tributaria Regionale per l’Emilia Romagna, Corte d’Appello di Bologna, Difensore Civico della Regione Emilia-Romagna, Giudice di Pace di Bologna, Ordine degli Avvocati di Bologna, Organismo di Mediazione dell'Ordine degli Avvocati di Bologna, Prefettura di Bologna, Procura della Repubblica di Bologna, Tribunale per i Minorenni di Bologna, Tribunale di Bologna, Tribunale di Rimini, Tribunale di Sorveglianza di Bologna, Tribunale di Modena.

 Il bando ​sarà consultabile dal momento della sua pubblicazione al seguente link:

https://bandi.unibo.it/altri-bandi/varie-tipologie

A seguito della selezione con cui gli studenti e dell’assegnazione alle sedi ospitanti, la procedura di attivazione del tirocinio sarà gestita online nell’applicativo. Dovrai presentare richiesta all’offerta dell’ente a cui sei stato assegnato; dopodiché verrai contattato dai soggetti ospitanti per concordare il periodo di attività. Istruzioni più dettagliate si avranno all’esito della procedura concorsuale.

I requisiti per partecipare ai tirocini sottoposti a bando sono i seguenti:

  • Aver raggiunto un minimo di 140 CFU;
  • Aver superato i seguenti insegnamenti:
    • diritto civile o diritto processuale civile
    • diritto penale o procedura penale
    • diritto commerciale

N.B: fermo restando la soglia dei 140 cfu valida per tutti, il secondo requisito non si applica ai tirocini fuori bando ovvero quelli che lo studente può autonomamente proporre o selezionare dall’applicativo tirocini. In questo caso saranno gli enti o aziende private ospitanti che valuteranno carriera e curriculum dello studente.

Tirocinio presso altre strutture

Le aziende e gli enti convenzionati pubblicano le loro offerte su SOL- Tirocini. Potrai consultare:

  • le offerte e candidarti

oppure

  • l’elenco delle aziende convenzionate di tuo interesse e presentare un’autocandidatura

In entrambi i casi:

  1. riceverai una e-mail con le indicazioni per accettare la proposta e completare la richiesta;
  2. dopo l’approvazione della Commissione tirocini riceverai un’altra e-mail per completare l’attivazione;
  3. dovrai scaricare da SOL -Tirocini il registro presenze in cui troverai il periodo definitivo di svolgimento autorizzato.

È possibile anche contattare direttamente l’azienda/ente e chiederle di inserire su Tirocini online un’offerta; oppure, se l'azienda/ente non è convenzionata/o, farle stipulare una convenzione con l’Ateneo. Solo quando la convenzione risulterà stipulata, sarà possibile avviare un tirocinio.

Attenzione: Prima di iniziare il tirocinio, assicurati di aver svolto i corsi sulla sicurezza e salute sul luogo di lavoro (Modulo 1 e Modulo 2). La verifica degli attestati è di competenza dell'ente ospitante.

Hai già concordato l’attività con un’azienda o un ente

Per svolgere il tirocinio segui questi passaggi:

  1. assicurati che l’azienda o l'ente sia già convenzionata con l’Ateneo; nel caso non lo fosse, potrà seguire le indicazioni per convenzionarsi. In questo caso ti chiediamo di mandarci una mail con il nome dell’azienda da convenzionare, il nome del referente e la sua mail aziendale per attivare il tuo tirocinio
  2. chiedi al tutor del soggetto ospitante, che ti seguirà nel percorso di tirocinio, di inserire un’offerta dedicata a te nel Servizio tirocini aziende/enti.
  3. riceverai una e-mail con le indicazioni per accettare la proposta e completare la richiesta
  4. dopo l’approvazione della Commissione tirocini riceverai un’altra e-mail per completare l’attivazione
  5. scarica da SOL - Tirocini il registro presenze in cui troverai il periodo definitivo di svolgimento autorizzato.

Vuoi svolgere un tirocinio all’estero 

Puoi svolgere un tirocinio all’estero seguendo due modalità:

Cosa fare durante il tirocinio

Dovrai compilare il registro presenze, le attività dovranno essere svolte nel periodo autorizzato e indicato nel registro. Nel caso in cui ci fossero variazioni riguardo allo svolgimento (es: sospensione o proroga, annullamento), dovrai comunicarlo via e-mail all’ufficio tirocini e in copia al tutor accademico e al tutor del soggetto ospitante.

Eventuali trasferte presso sedi non indicate nel programma approvato, vanno comunicate preventivamente all'ufficio tirocini e al tutor accademico tramite l'invio di una mail all'ufficio tirocini.

Durante tutto lo svolgimento del tirocinio sarai coperto da un’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e per la responsabilità civile. Per maggiori informazioni sulle coperture garantite, consulta la pagina dedicata al servizio di assicurazione.

Cosa fare al termine del tirocinio

Dopo aver completato le ore previste per il tirocinio, dovrai caricare su SOL-Tirocini il registro presenze - completo di tutte le sue pagine, compilato e firmato - la relazione finale del tirocinante (vedi box Allegati) e infine compilare il questionario on line.

Il soggetto ospitante, da parte sua, dovrà inviare all'ufficio Tirocini, anche per email, la propria relazione. In alternativa potrà consegnarla al tirocinante, che dovrà caricarla, in un unico file, assieme alla propria relazione sull'applicativo online.

Per motivi organizzativi, si consiglia di caricare la documentazione di fine tirocinio entro 15 giorni dalla conclusione del tirocinio.

Ai fini dell'ammissione alla prova ​di Laurea, la documentazione di fine tirocinio deve essere consegnata entro i 15 giorni precedenti alla data di scadenza di possesso dei requisiti al fine del conseguimento della Laurea.
Coloro che intendono presentare la domanda Er-go devono consegnare la documentazione finale entro il 15 febbraio e il 15 luglio di ogni anno.

Infine, dovrai attendere che la pratica venga validata dal nostro ufficio e verbalizzata dal tutor accademico su ALMAESAMI. Le verbalizzazioni avvengono con cadenza mensile.

Non è necessario iscriversi ad un appello.