Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea Magistrale in Comunicazione giornalistica, pubblica e d'impresa

Redazione della tesi di laurea magistrale: indicazioni pratiche

Istruzioni per la preparazione alla prova finale

Nel Regolamento Didattico della nostra Laurea Magistrale la prova finale consiste nella discussione orale di un elaborato scritto, il quale può essere accompagnato da eventuale supporto multimediale.
La prova finale riguarda una materia indicata dallo studente (oppure, in via subordinata, una affine a quella richiesta), materia che di norma deve essere presente nel piano di studio.

Il relatore della prova finale è il responsabile didattico della materia, in via preferenziale fra i docenti di ruolo del corso di studio (anche se è in linea teorica possibile anche individuare un docente di altro corso di studio). Il relatore sarà affiancato da uno o più correlatori, individuati tra i docenti titolari di insegnamento nel corso di studio o nell'ateneo, oppure tra esperti e studiosi che abbiano competenze specifiche in relazione agli obiettivi formativi dell'elaborato.
Nel caso in cui l'elaborato richieda che il relatore sia un docente esterno al corso di studio o un docente a contratto è fortemente consigliato individuare come correlatore uno dei docenti di ruolo del corso di studio. 

Con il relatore e il correlatore i laureandi sono tenuti a concordare - almeno quattro mesi prima della domanda di laurea (ma è auspicabile  farlo anche prima) -  il progetto, i tempi e le modalità di revisione dell'elaborato. Nell'organizzazione dei propri tempi di stesura, si tenga conto anche dei tempi di lettura necessari ai docenti (relatore e correlatore) per esprimere il proprio parere e i consigli di revisione. Il relatore, poi, entro la data prevista nel calendario delle lauree di ogni appello, potrà approvare o no online la tesi presentata.

Su richiesta dello studente e previo l'accordo di relatore e correlatore, l'elaborato può essere redatto anche in lingua diversa dall'italiano (in inglese, o in francese o in spagnolo). In tal caso il laureando/a invierà relativa richiesta indirizzata al coordinatore del Corso di Studio, inviandola all'indirizzo info.compass@unibo.it (e per conoscenza a relatore e correlatore).

REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

L'elaborato di tesi può essere costruito in modi diversi:

  1. a) approfondimento  - analitico, interpretativo o propositivo - di una delle attività di laboratorio
    b) approfondimento o analisi basata su ricerca empirica originale su uno dei temi o dei settori toccati nei vari corsi
    c) analisi empirica connessa ad un tirocinio che si presti ad adeguato approfondimento 
    d) contributo originale seppur compilativo su uno degli ambiti studiatinel biennio.

Se utili: a) un breve video in inglese sintetizza alcune indicazioni cruciali su What is research (and what is not); b) le slides di un esperto statunitense, S. Peyton Jones, offrono consigli  su How to write a great research paper  (se si preferisce, ne esiste anche il video con la sua lezione completa)

Si ricordi che in generale occorre seguire precise indicazioni redazionalicitando correttamente e in modo omogeneo le fonti (tutte le fonti, anche quando non si tratta di citazioni letterali, ma di fonti attraverso le quali si supporta un'argomentazione o un'informazione). Il testo va quindi corredato  di apposita bibliografia/sitografia finale.
Per avere indicazioni su come rinviare e riportare le fonti bibliografiche, si vedano ad esempio: l' Harvard reference system  o, più in generale, l'utile testo Torniamo a scrivere (e a parlare) in italiano? . Anche nei Contenuti utili delle pagine web di alcuni docenti si ​possono trovare indicazioni sintetiche di tipo redazionale.
N.B.: quando la fonte citata rimanda ad un indirizzo web occorre sempre indicare anche la data di consultazione.

Il Corso di Studio considera ovviamente inammissibile produrre elaborati che non siano frutto di lavoro originale e derivino invece da pratiche scorrette di copia-incolla e privi di opportuni riferimenti bibliografici. 

LINEE GUIDA PER LA TESI DI LAUREA

Per la stesura dell'elaborato di tesi si suggerisce di seguire le Linee guida entrate in vigore a partire dall’a.a. 2019/2020 e pubblicate nell'apposita sezione

CARICAMENTO DELL'ELABORATO FINALE SU STUDENTI ONLINE

A partire dalla II sessione di laurea dell'a.a. 2014-15 non occorre più predisporre una copia cartacea da consegnare alla Commissione di laurea: occorrerà solo caricare on line su Studenti on line il file definitivo della tesi entro le date indicate nell'apposita sezione. Nel frontespizio del file formato .pdf vanno riportati titolo ed eventuale sottotitolo concordati con relatore e correlatore. 

Attenzione:

  • E' vietato l'utilizzo del Sigillo di Ateneo sul frontespizio della tesi di laurea.

  • Non occorre consegnare alla Commissione copia cartacea dell'elaborato/tesi, poiché il processo di de-materializzazione della tesi di laurea prevede unicamente il caricamento su Studenti OnLine del file definitivo che sarà sottoposto ad approvazione del relatore e risulterà in seguito visibile anche agli altri componenti la Commissione. 

  • Le modalità con cui relatore e correlatore preferiscano prendere visione della tesi in fase di revisione e lettura sono da concordare con ciascuno di essi. Su Studenti OnLine esiste la possibilità di caricare files provvisori in lettura al relatore ma solo prima della data di scadenza indicata dal calendario di laurea. Dopo tale data il file caricato non è più modificabile.

TESI DEI NOSTRI STUDENTI

Se utile, si possono consultare gli Abstracts di alcune delle tesi di laurea già discusse, consultabili nella sezione Tesi dei nostri studenti
Se desiderano pubblicare il loro Abstract i laureandi e i neolaureati possono inviarlo a: info.compass@unibo.it