Vai alla Homepage del Portale di Ateneo Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza

Obiettivi formativi

Il corso di laurea è strutturato in mododa garantire allo studente l'acquisizione della cultura giuridica di basenazionale ed europea degli strumenti di base necessari all'aggiornamento delleproprie competenze anche attraverso l'approfondimento di conoscenze storicheche consentano di valutare gli istituti del diritto positivo tenendo contodell'evoluzione storica degli stessi. Con il supporto di attività di carattereseminariale, lo studente sarà in grado di acquisire competenze specifiche ecapacità interpretative anche tramite tecniche e metodologie casistiche, inrapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi oistituti del diritto positivo.

A un primo anno con materie uguali pertutti gli studenti fanno seguito quattro anni in cui lo studente, oltre aicorsi obbligatori, può indirizzare i propri studi verso corsi opzionali osemi-obbligatori, fuori da percorsi formativi precostituiti, al fine di seguirele proprie inclinazioni individuali e i propri interessi. L'ultimo anno, inparticolare, prevede la frequenza di corsi opzionali che lo studente puòscegliere in un'ampia offerta, anche in lingua inglese, nonché la possibilitàdi svolgere tirocini curriculari oppure altra attività a scelta, come lapartecipazione a seminari o ad una Summer School, utilizzando i crediti liberia tal fine previsti.

Le attività sopra descritte sonofinalizzate sia alla formazione istituzionale per l'accesso alle carriereforensi tradizionali, quali il notariato, l'avvocatura, la magistratura, siaall'orientamento e all'inserimento dei laureati nel mondo dell'impresa pubblicae privata e della pubblica amministrazione.

Il corso di laurea prevede lapossibilità di svolgere periodi all'esterno nell'ambito di programmi discambio, quali l'Erasmus o l'Overseas, oppure per la preparazione della tesi dilaurea. Sono inoltre attivati corsi integrati che consentono allo studente diconseguire contestualmente alla laurea magistrale in Giurisprudenza anche untitolo di studio estero.